Blog

Mini guida: strumenti di sostegno all’imprenditoria femminile

16 Novembre 2020 ore 12:31

Segnalazione opportunità: è qui che si inserisce questa mini-guida a cura dello staff sugli strumenti di sostegno all’imprenditoria femminile, utile a tutte quelle giovani aziende costituite per la maggior parte da donne.

Abbiamo raccolto quindi in un unico documento, scaricabile qui, tutte quelle misure, finanziamenti, agevolazioni che riguardano l’imprenditoria femminile e l’indotto delle stesse.

Gli strumenti di sostegno finalizzati alla creazione e allo sviluppo di imprese a prevalente o totale partecipazione femminile consistono essenzialmente in misure volte a garantirne migliori condizioni di accesso al credito.

Quali strumenti è possibile utilizzare?

Le agevolazioni specificamente dirette alle imprese femminili possono essere:

  • Mutui a tasso zero per micro e piccole imprese femminili
  • Accesso alla Sezione speciale del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese – Sezione Pari Opportunità

LA SEZIONE SPECIALE DEL FONDO DI GARANZIA PER LE PMI

La Sezione Speciale “Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità” (cd. Sezione Speciale “imprenditoria femminile”) è finalizzata a interventi del Fondo in favore delle Imprese femminili, mediante la concessione di agevolazioni nella forma di garanzia diretta, di cogaranzia e di controgaranzia del Fondo stesso, a copertura di operazioni finanziarie finalizzate all’attività di impresa.

Le imprese femminili beneficiarie dell’intervento in garanzia sono le micro, piccole e medie imprese con le seguenti caratteristiche:

  • società cooperative e società di persone costituite in misura non inferiore al 60% da donne;
  • società di capitali le cui quote di partecipazione spettano in misura non inferiore ai due terzi a donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno i due terzi da donne;
  • imprese individuali gestite da donne.

In favore delle imprese Start up femminili è riservata una quota pari al 50 per cento della dotazione della Sezione speciale.

La circolare n. 11/2015 del Mediocredito Centrale, ha reso operativa l’estensione degli interventi della Sezione speciale alle donne professioniste, iscritte agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali iscritte nell’elenco tenuto dal Ministero dello sviluppo economico ai sensi della L. n. 4/2013 e in possesso dell’attestazione rilasciata ai sensi della medesima legge.

Alle imprese femminili e alle donne professioniste sono riservate condizioni speciali vantaggiose per la concessione dell’intervento in garanzia del Fondo, e, in particolare:

  • possibilità di prenotare direttamente la garanzia;
  • priorità di istruttoria e di delibera;
  • esenzione dal versamento della commissione una tantum al Fondo.

INIZIATIVE PER LO SVILUPPO DELLE PMI IN ROSA E LE LAVORATRICI AUTONOME

Un Protocollo d’intesa tra Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le pari opportunità, dal Ministero dello sviluppo economico, Associazione bancaria italiana (ABI), favorisce le possibilità di accesso al credito da parte delle imprese a prevalente partecipazione femminile e delle lavoratrici autonome.

Ogni banca aderente mette a disposizione delle imprese femminili e delle lavoratrici autonome uno specifico plafond finanziario, destinato alla concessione di finanziamenti, a condizioni competitive, lungo le seguenti tre linee direttrici:

  • “Investiamo nelle donne”: finanziamenti finalizzati a realizzare nuovi investimenti, materiali o immateriali, per lo sviluppo dell’attività di impresa ovvero della libera professione;
  • “Donne in start-up”: finanziamenti finalizzati a favorire la costituzione di nuove imprese a prevalente partecipazione femminile ovvero l’avvio della libera professione;
  • “Donne in ripresa”: finanziamenti finalizzati a favorire la ripresa delle Pmi e delle lavoratrici autonome che, per effetto della crisi, attraversano una momentanea situazione di difficoltà.

NUOVE PROPOSTE

Il 12 giugno 2020 il Dipartimento per le pari opportunità presso la Presidenza del Consiglio due Ministri ha pubblicato un documento di analisi e di proposta prodotto dal gruppo di lavoro “Donne per un nuovo Rinascimento”.  Tra le proposte per l’imprenditoria femminile quella di Istituire uno specifico fondo per la micro-impresa femminile, introducendo finanziamenti a fondo perduto e tasso zero, incentivi fiscali nei primi anni di attività, servizi di tutoring tecnicogestionale.

AGEVOLAZIONI NON SOLO PER IMPRESE FEMMINILI

Oltre alle misure ad hoc specificamente dirette alle imprese femminili, esistono ulteriori forme di agevolazioni a cui accedere, entro i limiti, anche di cumulabilità, derivanti dalla disciplina europea in materia di aiuti di Stato, che sono generalmente previste per le imprese.

 

L’incentivo per i giovani e le donne che vogliono diventare imprenditori. Le agevolazioni sono valide in tutta Italia e prevedono il finanziamento a tasso zero di progetti d’impresa con spese fino a 1,5 milioni di euro che può coprire fino al 75% delle spese totali ammissibili.

Smart&Start Italia è l’incentivo che sostiene la nascita e la crescita delle startup innovative. Finanzia progetti compresi tra 100.000 euro e 1,5 milioni di euro. La domanda si presenta solo online sulla piattaforma di Invitalia.

FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO

Questi prestiti si caratterizzano per il fatto che una parte del capitale erogato non dovrà esser restituito

  • Nella maggior parte dei casi la metà delle somme prestate è a fondo perduto e l’altra metà deve essere rimborsata ad un tasso di interesse agevolato.
  • Per poter beneficiare dei finanziamenti a fondo perduto o delle altre agevolazioni a favore delle donne imprenditrici bisogna tenere sempre sotto controllo l’uscita dei relativi bandi, monitorando i siti web ufficiali della propria regione o del Ministero dello Sviluppo Economico .
  • I bandi vengono pubblicati periodicamente, e in ciascuno di essi vengono riepilogate le agevolazioni previste e le risorse disponibili.

INFO SU BANDI E AGEVOLAZIONI

Unioncamere

Portale per la promozione dei comitati per l’imprenditoria femminile

Canale web dedicato esclusivamente all’imprenditoria femminile. Sul portale di Unioncamere si trovano i bandi suddivisi per area geografica e in ordine cronologico decrescente, in modo da avere subito a portata di mano i più recenti.

Si segnala in particolare la pagina dedicata alla formazione per imprenditrici:

 

FONTI:

Camera dei Deputati, Servizio Studi, XVIII Legislatura: “Sostegno all’imprenditoria femminile”, documento del 3 luglio 2020

Web:

http://www.pariopportunita.gov.it/

http://imprenditricioggi.governo.it/index.html

https://www.theitaliantimes.it/economia/finanziamenti-agevolati-donne_180620/

https://www.finanziamentimigliori.com/finanziamenti-imprenditoria-femminile-a-fondo-perduto/

Photo credits: Background vector created by rawpixel.com – www.freepik.com

A Natale regala PIN 11 idee originali per i tuoi regali