Blog

Stai visualizzando: tutti i post sull'argomento "Adam's Hand"

In visita da… Adam’s Hand, la protesi di mano in stampa 3D

21 dicembre 2018 ore 14:37

Diciannovesima tappa per il viaggio dello Staff di PIN in giro tra le realtà attivate attraverso il bando a sportello della Regione Puglia!

Percorrendo in lungo e in largo tutta la Puglia vi abbiamo raccontato le ceramiche innovative di Mesolab, la mobilità sostenibile di Sagelio, la vocazione di Ciurma libreria indipendente per bambini, il Centro Multiculturale Crocevia, i manufatti editoriali di ZicZic, le proposte di turismo esperienziale di Puglia Taste & Culture, il laboratorio di pasta fresca e artigianale Eden Store, le mappe tattili realizzate da MapAbile e, il Coworking space Co-Labory  e il connubio mare, psicologia e fotografia di ColMare, l’ecofriendly wear firmato Bloodylicious e, subito dopo l’estate, le fragranze identificative del Gargano del brand AquaPulia,il visual storytelling esperienziale di ImaginApulia, il turismo delle radici di  Raiz Italiana, il Building Management di INGegno-Lab, il laboratorio culturale partecipato OCC – Officine Culturali quartiere Carrassi, l’officina sociale per il recupero e il restauro di barche a vela in legno Maremosso e spazio dedicato alla fotografia e all’illustrazione Lo.ft.

Oggi, per l’ultima puntata prima della pausa natalizia, restiamo a Lecce dove abbiamo incontrato i ragazzi di Adam’s Hand, ideatori e creatori della protesi di mano adattiva realizzata in stampa 3D che abbiamo già imparato a conoscere negli scorsi mesi grazie alla partecipazione del suo numeroso team a svariate competition regionali e nazionali portando a casa sempre ottimi risultati.

Infatti, il percorso di BionIT Labs in poco meno di un anno è segnato da molte soddisfazioni: le ultime in ordine cronologico, come abbiamo testimoniato nelle scorse settimane, sono state la vittoria della PIN Edition di Start Cup Puglia 2018 che ha portato Adam’s Hand a Verona per partecipare al Premio Nazionale dell’Innovazione vincendo il premio speciale G-Factor della Fondazione Golinelli che consiste nell’accesso ad incontri “one to one “con esponenti del mondo scientifico, industriale e venture capital per la fase finale della selezione per 10 team del settore life sciences che riceveranno complessivamente 1 milione di euro e parteciperanno al programma di accelerazione della Fondazione.

Ma facciamo un piccolo passo indietro per introdurre i fondatori Giovanni, Matteo e Federico che da soli tre soci sono passati ad essere un team molto numeroso ed eterogeneo che ad oggi conta ben 12 componenti per poter spuntare gli ambiziosi obiettivi che questa giovane start up ha per il prossimo futuro. Tra gli altri, la commercializzazione del prodotto anche oltre oceano trasformando il prototipo beta già esistente nel dispositivo finale, che li vede tutti impegnati nella partecipazione ad altri bandi, competition ed esposizioni internazionali, e l’intenzione di attivare nel prossimo futuro  una campagna di crowfounding. Per sapere quando partirà e quali saranno le altre tappe fondamentali della crescita di questa realtà, lasciamo la parola ai protagonisti di questa giovane storia e… teneteli d’occhio!

Salutandovi per le festività, vi ricordiamo che il viaggio dello staff di PIN non si ferma mai: non smettete di seguire gli sviluppi delle giovani realtà PIN attraverso la sezione Vincitori e blog ufficiale della misura, ma se siete anche curiosi di scoprire in anteprima i progetti attivati coinvolti nelle prossime visite, follow us on Instagram!

***

PIN @ PNI: un bel risultato per le giovani realtà innovative pugliesi!

03 dicembre 2018 ore 11:38

La Comunità PIN torna a casa dalla XVI edizione del Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI) con un premio speciale: è infatti la protesi di mano Adam’s Hand con il team BionIT Labs ad aggiudicarsi il Premio Speciale G-Factor, ovvero la possibilità di accedere tra i primi 10 progetti settore life sciences innovation che avranno la possibilità di essere parte integrante del nuovo incubatore-acceleratore promosso dalla Fondazione Golinelli di Bologna.

È entusiasmante per tutta la comunità PIN e per tutti i pugliesi che questo risultato sia stato conseguito nel settore dell’ingenerai biomedica che sta conoscendo l’evoluzione più impetuosa e gli impatti sociali più positivi sulla medicina e sulla salute”, commenta con entusiasmo Raffaele Piemontese,assessore regionale alle Politiche giovanili, facendo un bilancio di un percorso culminato con la partecipazione al PNI svoltosi a Verona il 29 e 30 novembre scorsi, dove si sono concentrate almeno quattro start up per ognuna delle 15 regioni in gara.

Come vi abbiamo raccontato, il percorso è iniziato mesi fa con la “PIN edition” di Start Cup Puglia, la storica gara di piani d’impresa promossa da ARTI Puglia e Politiche Giovanili della Regione Puglia, aperta per l’undicesima edizione esclusivamente alle realtà imprenditoriali ad alto contenuto tecnologico e innovativo vincitrici del bando a sportello PIN, ampliando di fatto anche le modalità e le azioni di accompagnamento mirate al follow up d’impresa.

Tre le giovani realtà vincitrici di Start Cup Puglia 2018 il 29 novembre scorso sono partite alla volta del PNI e hanno sfidato altre 56 startup innovative negli ambiti Industrial, Ict, Life Sciences e Cleantech&Energy: Adam’s Hand, la protesi di mano mioelettrica dotata di un rivoluzionario meccanismo che consente la presa adattativa, con un team leccese composto da Giovanni Zappatore, Dario Pianese e Duilio Madaro; Miracle, lo specchio intelligente per il monitoraggio di parametri vitali e la prevenzione di malattie cardiovascolari, con il team composto da Gianluca Zaza e Vincenzo Pasquadibisceglie prossimi alla firma, Pin Bike, il kit che trasforma qualsiasi bicicletta in una smart bike, con il team di Corato, in provincia di Bari, composto da Nico Capogna, Davide Di Bisceglie e Claudia Ostuni.

I tre team hanno così avuto la possibilità di esporre i loro prototipi nella prima giornata di PNI durante la fiera di Verona Job&Orienta, alternando l’esposizione con una sequenza serrata di 59 pitch di ogni startup finalista delle Start Cup regionali, e, nella giornata del 30 novembre presso la Camera di Commercio di Verona, hanno atteso il verdetto finale.

Grande riscontro per Adam’s Hand, presentata per la prima volta al pubblico e agli investitori nella sua versione beta. Ed è per l’alto potenziale, la velocità di creazione del team e di sviluppo del prodotto ad alto impatto tecnologico e sociale che il numeroso e giovane team di BionIT Labs è stato premiato dalla Fondazione Golinelli – ente di ricerca, formazione e divulgazione con sede a Bologna che attraverso le sue azioni e in un grande opificio promuove il connubio tra imprenditoria e vari ambiti di intervento – con il premio G-Factor, per il primo anno dedicato alla life sciences innovation. Il riconoscimento consiste nell’accesso ad incontri “one to one “con esponenti del mondo scientifico, industriale e venture capital per la fase finale della selezione per 10 team del settore life sciences che riceveranno complessivamente 1 milione di euro e parteciperanno al programma di accelerazione della Fondazione.

Ecco la motivazione ufficiale comunicata personalmente ai vincitori dall’ente promotore: “Nonostante il mercato sia molto complesso ed il progetto sia notevolmente sfidante, si premia la capacità del giovane team di realizzare una protesi ingegneristicamente avanzata che consente la semplificazione del controllo dei movimenti ed un vantaggio su peso, dimensioni e costo della protesi.”

Si torna quindi a casa con un bel risultato, carichi di insegnamenti, esperienze e l’auspicio di arrivare per Adam’s Hand tra i primi 10 di questo importante bando.

In bocca al lupo al team, ad majora e alla prossima competition!

 

***

Start Cup Puglia 2018: si parte per il PNI!

27 novembre 2018 ore 14:46

Ci siamo quasi: i tre vincitori della PIN edition della business plan competition pugliese volano a Verona per la finalissima del Premio Nazionale dell’Innovazione!

Infatti, il 29 e il 30 novembre a competere con altre realtà innovative italiane tra Job Orienta e Università degli Studi di Verona saranno Adam’s Hand, Miracle e Pin Bike, primi tre classificati della Start Cup Puglia 2018 svoltasi al Bilabì di Bari nel pomeriggio del 23 ottobre scorso.

Prima di seguire insieme a noi sul profilo Instagram dello Staff di PIN la due giorni del PNI attraverso i volti dei protagonisti, pubblichiamo di seguito un video riassuntivo del percorso che ha portato le tre realtà attivate attraverso il bando a sportello della Regione Puglia a questo importante traguardo.

Stay tuned per scoprire i risultati di questa nuova avventura targata PIN!

***

Argomenti