Blog

Stai visualizzando: tutti i post sull'argomento "Comunità PIN"

HandMade: PIN presenti in Fiera del Levante

05 settembre 2018 ore 10:12

Fa il suo esordio a Bari HandMade, la Fiera Internazionale del Design Autoprodotto – progetto di Alfio Cangiani e Luigi Triggiani in collaborazione con Nuova Fiera del Levante – che, dall’8 al 16 settembre, popolerà il Padiglione Arredamento della Fiera del Levante con esposizioni, mostre, talk, incontri B2B tra botteghe e autori e workshop focalizzati sull’artigianato locale nell’ambito dell’82a edizione della Campionaria!

Un’occasione importante per mostrare al pubblico la crescita del design contemporaneo e dell’artigianato d’autore nel mercato internazionale, ma anche un’opportunità da non perdere – tra i servizi di Accompagnamento del bando a sportello della Regione Puglia – per la Comunità PIN impegnata nel settore tra ceramiche, abbigliamento, oggettistica, piattaforme e servizi dedicati.

Dopo l’esperienza dell’Ethical Fashion Show Berlin, infatti, Young Apulian Design sarà rappresentato per l’occasione da ben 25 Vincitori PIN con un fitto programma di eventi ad alternare l’esposizione dei loro prodotti. Si parte l’8 settembre con Architauri (8, 11 e 16 settembre), Legno di Puglia (8,9, 14, 15 e 16 settembre) Ammostro, Terrena (8, 9, 15 e 16 settembre) e Ricreazione (8, 9 settembre), la domenica si continua con INGegno-Lab (9, 10 e 11 settembre) che lunedì 10 dividerà lo spazio espositivo con Maho Kitchen (10, 11 settembre) e il martedì anche con TripLab: Segheria 2.0 (11 settembre). Si continua con Bloodylicious (11 e 12 settembre), Bottega D’Arte RoMa e Tedofficine (11, 12 e 13 settembre), MEST (12 settembre); mercoledì 13 inizieranno ad esporre anche MesoLab (13 settembre), ZicZic – microeditoria e territorio (13, 14 settembre) e I Giardini degli Artisti  (13,14 e 15 settembre); poi arrivano Sinapsi (14 settembre), ArredoShop3D (14 e 15 settembre) Trama, Typical Design , Borzò DesignCultural Store D.E.M.O.Dress  (14, 15 e 16 settembre); l ‘ultimo weekend vedrà tra i protagonisti anche  Studio AK (15 settembre), Studio Creativo_LaserCut, ReHab e OCC – Officine Culturale Carrassi (15 e 16 settembre).

Ma non è finita qui: ad animare il Padiglione Arredamento e precisamente lo stand 24, anche un fitto programma di eventi autogestiti dalle realtà coinvolte. Vi elenchiamo di seguito il programma dei workshop interattivi a cura della Comunità PIN e un #networking:

  • Domenica 9 settembre

ore 15:30/17:00  – Workshop La Progettazione nel settore dell’economia circolare (iniziative core-green go-green) a cura di Ricreazione.

  • Mercoledì 12 settembre

ore 15:30/17:00 – Talk sull’ecofriendly-wear attraverso il riutilizzo di scarti dell’industria tessile a cura di Bloodylicious.

  • Giovedì 13 settembre

ore 10:30/12:00 – Workshop “Unique, come realizzare un libro d’artista” a cura di ZicZic – microeditoria e territorio;

ore 15:30/17:00  – Laboratorio di decorazione oggetti a cura di I Giardini degli Artisti;

ore 17:30/19:00 – Workshop dimostrativo tecnica decorazione pittorica “doratura” a cura di Bottega D’Arte RoMa.

  • Venerdì 14 settembre

ore 10:30/12:00 – PIN networking #design: Il mestiere del designer con Vittorio Palumbo di Faber co-design lab;

ore 15:30/17:00 – Talk sul ruolo divulgativo/culturale del souvenir concepito come oggetto di design cura di Typical Design;

  • Sabato 15 settembre

ore 10:30/12:00 – A nodo mio: Laboratorio tessile per bambini. Un viaggio alla scoperta del macramè per stimolare manualità e creatività a cura di Trama;

ore 15:30/17:00 – Laboratorio di bigiotteria con VHS a cura di ReHab.

ore 17:30/19:00 – “Shiborigrafia: laboratorio di stampa serigrafica, rilegatura di un taccuino e tecnica shibori con colori naturali” a cura di Ammostro e Studio AK.

Segnaliamo, inoltre, nel più ampio calendario della fiera internazionale HandMade, la partecipazione di Terrena al convegno “Il Gioiello contemporaneo fra ornamento e identità: nuovi scenari competitivi e nuovi materiali – Panorami internazionali” in programma il 15 settembre dalle ore 8:30 presso la sala conferenze del Padiglione Arredamento.

Per partecipare alle iniziative promosse da PIN nell’ambito della Fiera del Levante, e ricevere l’invito elettronico con cui accedere al complesso fieristico è necessario iscriversi all’evento prescelto registrandosi qui. In attesa di vivere questa nuova opportunità nell’ambito delle azioni di Accompagnamento previste dal bando, vi ricordiamo che potrete seguire in diretta tutti gli sviluppi sul profilo Instagram dello Staff di PIN!

 

 

 

 

***

Ciurma ad Imaginaria Festival: il racconto delle protagoniste

03 settembre 2018 ore 11:22

Arriva settembre con la ripresa ufficiale delle attività, ma non per tutti: come dimostra questo racconto, la Comunità PIN è stata attiva tutta l’estate tra eventi, iniziative e partecipazioni a kermesse.

È questo il caso di Ciurma, la libreria indipendente per bambini nata nel cuore di Taranto che ha partecipato attivamente alla ventiseiesima edizione di Imaginaria, il festival internazionale del cinema d’animazione svoltosi a Conversano, in provincia di Bari) dal 20 al 25 agosto. Lasciamo la parola a Roberta e Francesca per saperne di più!

Immaginate un paese che per 5 giorni si anima, che ospita autori nazionali ed internazionali del cinema d’animazione.

No, non lo immaginate! A Conversano accade per davvero e da molto tempo: Imaginaria Festival è arrivata alla XVI edizione. Noi come Ciurma Libreria per bambini abbiamo avuto l’onore e la possibilità di assistere a tutto ciò. Grazie ad Imaginaria e Imaginaria Kids, abbiamo trascorso cinque giorni incredibili. In questi giorni abbiamo realizzato due letture con attività laboratoriali entrambe sold out, mentre nei giorni successivi ci siamo immerse a pieno nell’atmosfera del festival, tra mostre, cortometraggi, scambi di opinioni con organizzatori, volontari, illustratori e altre libraie stringendo future collaborazioni. Da quest’anno Imaginaria ha una rassegna di cortometraggi dedicata ai più piccoli, “Imaginaria Kids”, e una giuria “kids” che ha poi premiato il miglior cortometraggio!

I bimbi e le bimbe come sempre danno grandi soddisfazioni e ci fanno capire quanto sia importante continuare a spingere su questa strada! Ci siamo sentite a casa questo grazie a Luigi Iovane ideatore ed organizzatore di Imaginaria e grazie a tutto lo staff (Semi di carta, Dominga, Stefano, le volontarie/i e Rosanna che ci ha accolto nel suo fantastico b&b).

Buon vento Imaginaria, ci rivediamo l’anno prossimo!

***

In visita da… l’ecofriendly wear Bloodylicious

03 agosto 2018 ore 13:31

Undicesima tappa del viaggio dello Staff di PIN alla scoperta delle realtà attivate attraverso il bando a sportello della Regione Puglia!

Ricapitolando, nelle prime dieci puntate vi abbiamo portato in giro per la Puglia a scoprire le ceramiche innovative di Mesolab, la mobilità sostenibile di Sagelio, la vocazione di Ciurma libreria indipendente per bambini, il Centro Multiculturale Crocevia, i manufatti editoriali di ZicZic, le proposte di turismo esperienziale di Puglia Taste & Culture, il laboratorio di pasta fresca e artigianale Eden Store, le mappe tattili realizzate da MapAbile e, il Coworking space Co-Labory  e il connubio mare, psicologia e fotografia di ColMare.

Oggi, dopo aver esplorato gran parte delle province pugliesi, “In visita da…” –  la rubrica video che ogni settimana racconta tutto quello che è stato possibile realizzare in questo anno da Vincitori PIN  – è dedicata alla moda sostenibile, al riuso e riciclo tessile e ad una linea di abbigliamento davvero particolare: siamo a Mola di Bari nell’atelier di Bloodylicious dove Francesca, Nicola e Michele producono una collezione di T-Shirt in cotone biologico con toppe realizzate da tessuti di recupero di aziende pugliesi. Tutto eticamente sostenibile!

Oggigiorno, ci dicono, la cultura sull’utilizzo di tessuti biologici è molto forte ed è anche per questo che nei primi mesi di attività le creazioni di Bloodylicious stanno riscontrando parecchia curiosità e successo. Merito, parola di Michele, dei loro prodotti che “non solo sono buoni ed etici da un punto di vista ambientale, ma sono anche belli da vedere“.

L’obiettivo è di espandersi oltre il mercato nazionale, approdando all’estero, ma per arrivarci sentiamo dalla voce dei protagonisti tutte le tappe progettuali e le attività che porteranno il progetto al all’auspicato successo internazionale!

Come anticipato, le pubblicazioni si interromperanno per il mese di agosto ritornando con la ripresa delle attività. Nonostante questo breve stop, il tour dello Staff di PIN continua e riprenderà quanto prima a regime: seguite il nostro profilo Instagram per scoprire le prossime tappe e le realtà attivate tutte da conoscere!

 

***

Welcome WondeRadio: il “Wonderdocumentario” dei protagonisti

26 luglio 2018 ore 11:22

Riceviamo e condividiamo con piacere il video-racconto, anzi il “Wonderdocumentario” realizzato dai ragazzi di WondeRadio la web radio di Terlizzi (BA) gestita da non vedenti, ipovedenti e normovedenti.

Annalisa, Gianpaolo e Serena, infatti, hanno realizzato un questo filmato per spiegare l’iniziativa ai più e condividere ambizioni ed obiettivi. In attesa che parta la programmazione delle attività, vi lasciamo con questo bel video e un appello a tutta la Comunità PIN: inviateci i vostri racconti, le vostre foto e i vostri video delle vostre storie più straordinarie e noi li pubblicheremo progressivamente su questo blog.

La parola ai protagonisti… buona visione!

Welcome WondeRadio!

Abbiamo creato WondeRadio per utilizzare la web radio come strumento e spazio quotidiano di inclusione sociale e aggregazione. Grazie alle nuove tecnologie la radio come mezzo di comunicazione si è molto evoluta. Attraverso una rete internet mediamente stabile è possibile trasmettere da ogni angolo del mondo, e non solo, grazie ad ausili hardware e software a disposizione delle persone cieche il web è ogni giorno un po’ più accessibile. Macluhan, il grande sociologo canadese, sosteneva che ogni mezzo di comunicazione amplifica le potenzialità fisiche, intellettuali, sensoriali e cognitive dell’individuo sino a renderlo capace di modificare la struttura della società, WondeRadio ha preso alla lettera la filosofia e gli studi del sociologo, ed è proprio ciò che ci proponiamo di fare, utilizzare la web radio come strumento per sostenere i diritti all’accessibilità sociale e culturale dei non vedenti e ipovedenti.
Crediamo sia fondamentale creare uno spazio dove coltivare l’etica della valorizzazione delle competenze di ciascuno, crediamo che questo sia il modo più efficace per raggiungere l’inclusione e la vera integrazione tra cittadini. Ci interessa moltissimo ribaltare la logica della disabilità come handicap per sostenere che la disabilità è una risorsa preziosa da cui imparare e crescere insieme ed in questo la tecnologia ci è di grandissimo aiuto.
Wonderadio è uno spazio fisico e quotidiano dove praticare l’inclusione sociale, la valorizzazione delle competenze di ognuno e la socializzazione tra giovani e disabili visivi. Wonderadio siamo noi, con le nostre esperienze, le nostre passioni e le nostre storie di vita. Vogliamo che la nostra sede diventi il posto dove incontrare, raccontare e divulgare i progetti di vita delle persone cieche, ipovedenti e normovedenti.

***

Argomenti