Blog

Stai visualizzando: tutti i post sull'argomento "Legno di Puglia"

In visita da… Legno di Puglia: artigianato artistico, recupero e diffusione della cultura del legno

06 febbraio 2020 ore 15:30

Prima puntata del 2020 per “In visita da…”, il viaggio dello Staff di PIN tra le tantissime realtà attivate attraverso il bando a sportello della Regione Puglia continua!

Fino all’anno scorso siamo andati a conoscere meglio le ceramiche innovative di Mesolab, la mobilità sostenibile di Sagelio, la vocazione di Ciurma libreria indipendente per bambini, il Centro Multiculturale Crocevia, i manufatti editoriali di ZicZic, le proposte di turismo esperienziale di Puglia Taste & Culture, il laboratorio di pasta fresca e artigianale Eden Store, le mappe tattili realizzate da MapAbile e, il Coworking space Co-Labory e il connubio mare, psicologia e fotografia di ColMare, l’ecofriendly wear firmato Bloodylicious e, subito dopo l’estate, le fragranze identificative del Gargano del brand AquaPulia,il visual storytelling esperienziale di ImaginApulia, il turismo delle radici di  Raiz Italiana, il Building Management di INGegno-Lab, il laboratorio culturale partecipato OCC – Officine Culturali quartiere Carrassi e l’officina sociale per il recupero e il restauro di barche a vela in legno Maremosso, lo spazio dedicato alla fotografia e all’illustrazione Lo.ft, la protesi di mano in stampa 3D Adam’s Hand ,il laboratorio di serigrafia naturale Ammostro,il festival teatrale a basso impatto ambientale in luoghi segreti Ultimi Fuochi Festival, il centro multietnico Casa Mandela, la piattaforma che mette in contatto spazi e idee Pop Uppens,lo spazio di coworking per giovani professionisti e realtà innovative dal nome Sophia, la cucina partecipata, food storytelling con narrazione del territorio  Cozinha Nomade, il bistrò con portierato di quartiere Caffè Portineria , l’accademia delle arti di strada per l’inclusione sociale ADAS, lo studio di hand poke tattoo Freak Ink,lo specchio intelligente che rileva parametri vitali MiracleApulia Center for Art & Technology spaziando tra arte e tecnologia, SHISKI, il concept space di design che valorizza il territorio attraverso i talenti, Baby Likes Travel, il servizio di noleggio di attrezzature per bambini “a cui piace viaggiare”, Fleet Save, la “ciurma di sognatori” che racconta le città e la cultura del territorio attraverso il gioco, iLon, il kit tecnologico per borse e accessori collegato ad una piattaforma basata sulla tecnologia Data Analytics, la piattaforma web di matching tra artisti e proprietari di casa per eventi privati Casereshow Bottega d’arte RoMa, il laboratorio che tra workshop e collaborazioni rivaluta il mestiere del decoratore.

Oggi riprendiamo il ritmo tornando in provincia di Bari, precisamente a Bitetto, dove ha sede Legno di Puglia, il laboratorio di produzione artigianale artistica di alto livello, il recupero di tronchi altrimenti destinati al macero e la diffusione della cultura del legno pugliese.

Legno di Puglia è la prima azienda di artigianato in Italia, ci raccontano Semmy e Angela insieme al responsabile di produzione Vincenzo, che lavora con legno recuperato personalmente per produrre complementi e arredi di alto livello completamente Made in Puglia. In più, all’interno del grande showroom, c’è il primo esempio in Italia di Xiloteca, una vasta collezione come fosse un censimento di legni pugliesi, che ben collega la produzione e la commercializzazione di pezzi pregiati e sofisticati all’aspetto didattico del progetto. In tre anni di attività, la produzione e la vendita dei loro prodotti “sfizio”, come amano definirli anche nel video, sono esponenzialmente aumentate tanto da iniziare a pensare ad un laboratorio/showroom molto più grande che possa soddisfare anche la domanda all’estero, puntando molto per il futuro sul potenziamento dell’e-commerce.

Basta anticipazioni: lasciamoci raccontare il progetto e le ambizioni future dalla voce dei protagonisti!

Ora che il viaggio dello Staff alla scoperta della Comunità PIN è ripreso, continueremo ad esplorare le province pugliesi per conoscere tanti altri Pugliesi Innovativi: seguite @staffpingiovani su Instagram per scoprire le prossime tappe, spiare nel backstage, spoilerare i protagonisti e, perché no, per richiederci una visita. Il prossimo protagonista potrebbe essere proprio il tuo PIN!

***

Legno di Puglia prende forma: parla l’architetto

06 marzo 2018 ore 16:18

Si popola sempre di più lo spazio dedicato alle storie della Comunità PIN!

A raccontarci dell’inaugurazione di Legno di Puglia, il laboratorio eco-sostenibile per la diffusione e la valorizzazione della cultura del legno pugliese situato a Bittetto (BA), questa volta è l’architetto che gli stessi ragazzi hanno scelto – dall’elenco professionisti messo a disposizione tra i servizi di Accompagnamento PIN – per supportare la loro attività. Un’esperienza che deve aver profondamente coinvolto il professionista tanto da averci inviato questo sentito racconto che noi non vedevamo l’ora di condividere con tutti voi.

Cogliamo come sempre occasione per ricordare a tutti i Vincitori PIN di farci conoscere le vostre straordinarie esperienze: pubblicheremo i racconti, le foto e, perché no, i video progressivamente su questo blog. Nell’attesa di altre storie marchiate PIN, vi auguriamo una buona lettura!

“Un buon progetto nasce non dall’ambizione di lasciare un segno, ma dalla volontà di instaurare uno scambio, anche piccolo, con l’ignoto personaggio che userà l’oggetto da voi progettato.”
(Achille Castiglioni _ Consigli d’autore)

Questa è la storia di tre ignoti personaggi che in una mattina di settembre sono venuti a cercarmi per accompagnarli nel percorso di allestimento del loro futuro spazio espositivo.

Quando all’inizio Semmy, Francesco e Angela mi hanno raccontato come avevano immaginato Legno di Puglia, la loro idea visionaria di recuperare virtuosamente il nostro patrimonio arboreo pugliese destinato al macero attraverso l’artigianato di qualità mi ha subito conquistato.

Incontro dopo incontro, l’empatia e la fiducia reciproca hanno fatto sì che il loro spazio prendesse forma.

Da architetto ho capito che riuscire a dare sostanza alla visione di altri, crearne lo scenario espressivo ottimale è qualcosa che va aldilà di piante, sezioni e render: si tratta di ascoltare, voler instaurare uno scambio, anche piccolo, condividere insieme un immaginario comune, progettarlo nel senso di ‘gettarlo in avanti’ per renderlo realtà, nonostante i tempi stretti e il budget limitato.
Ed è così che dopo sei mesi di duro lavoro, instancabile passione e contagioso entusiasmo, sabato 24 Febbraio 2018 a Bitetto, Legno di Puglia ha aperto le porte.

E’ stato allora che tra la gente, guardando la gratitudine dei sorrisi e ripensando a questa avventura vissuta fianco a fianco, ho capito che la storia di Semmy, Francesco e Angela era diventata un po’ anche la mia.

Con queste ultime due righe si chiude il mio incarico: spero che lo spazio espositivo Legno di Puglia vi piaccia, tanto quanto a noi è piaciuto progettarlo.

Lunga vita a Legno di Puglia!

***

Argomenti