Blog

Stai visualizzando: tutti i post sull'argomento "Networking"
Copertina del post Luglio rovente con l’Accompagnamento PIN

Luglio rovente con l’Accompagnamento PIN

01 Luglio 2021 ore 16:36

Si prospetta un mese ricco di appuntamenti per tutti i Vincitori PIN: saranno infatti quattro settimane di #networking, Q&A ed Toolkit a cura dello staff!

Segna in agenda:

  • Giovedì 8 luglio, ore 15:00

Q&A con lo Staff: Rendicontazione e gestione delle spese progettuali (max 10 persone)

  • Lunedì 12 luglio, ore 16:00

Inclusione e Partecipazione: Networking con l’Agenzia Nazionale per i Giovani

  • Martedì 20 luglio, ore 17:00

Opportunità per le startup innovative e l’industria culturale, creativa e turistica: Networking con Invitalia

  • Mercoledì 21 luglio, ore 18:00

Conoscersi per collaborare: Networking con Piero Cosoli della Pròdeo S.p.a.

  • Lunedì 26 luglio, ore 11:00

Focalizzare e aggiornare l’idea di business – esercitazione con canvas

Scegli l’evento che fa per te e prenota il tuo posto entro le ore 16:00 del giorno prima!

 

Copertina del post #AccompagnamentoPIN: il programma di giugno

#AccompagnamentoPIN: il programma di giugno

03 Giugno 2021 ore 11:28

Tornano i servizi digitali di #accompagnamentoPIN con un fitto programma di incontri utili ai Vincitori e non solo!

Giugno infatti sarà un mese ricco di appuntamenti con lo staff tra Q&A – massimo 10 persone in videoconferenza per poter approfondire specifiche domande e dubbi legati alla realizzazione e gestione dei progetti finanziati – Toolkit – webinar informativi – e Networking settoriali.

Novità anche per i temi da approfondire, ecco che ve li spieghiamo di seguito:

  • Lunedì 14/06/2021, ore 11:00

Q&A con lo Staff: Rendicontazione e gestione delle spese progettuali (max. 10 partecipanti)

  • Martedì 15/06/2021, ore 16:30

PIN Toolkit: Come racconto il mio impegno? Strategie per la comunicazione sociale

  • Mercoledì 16/06/2021, ore 16:00

PIN Networking: Imprese culturali e turistiche – Orientarsi nel settore

  • Giovedì 17/06/2021, ore 15:00

PIN Toolkit: Fatturazione operazioni con l’estero e linee guida per gli acquisti on-line

  • Martedì 22/06/2021, ore 17:00

PIN Networking: Q&A con lo Staff di Puglia Sviluppo: il bando TecnoNidi

  • Mercoledì 23/06/2021, ore 11:00

PIN Toolkit e Q&A con lo Staff: Workshop e Q&A sulla corretta comunicazione dei progetti finanziati

  • Giovedì 24/06/2021, ore 15:00

PIN Toolkit: Corretta gestione e rendicontazione del finanziamento PIN

Corri a prenotare il tuo posto!

Copertina del post Scambiarsi esperienze: strategie per il B2B

Scambiarsi esperienze: strategie per il B2B

18 Maggio 2021 ore 09:41

Il mondo del B2B e le strategie per presentare la propria impresa al meglio sono stati i temi centrali di due incontri di networking, il 29 aprile e il 6 maggio, dedicati alla comunità PIN.

Nel corso di questi anni abbiamo avuto modo di constatare come nonostante i diversi ambiti d’intervento e la varietà dei progetti, come minimo comune multiplo c’erano le domande: “Come posso relazionarmi con un’azienda? Come posso prepararmi al meglio prima di incontrare un potenziale cliente? Cosa fare dopo aver incontrato un potenziale investitore?”.

Sul tema è possibile trovare innumerevole letteratura, ma l’approccio che ha contraddistinto la misura PIN nel corso del tempo è sempre stato quello del Learning by doing ovvero imparare facendo.

Se la capacità di interagire con aziende, la propensione alle relazioni, la dinamicità nel proporsi in molti casi sono doti che rientrano anche nella sfera personale del singolo, negli anni abbiamo avuto modo di constatare come l’esperienza sia la migliore arma per imparare come confrontarsi con il mondo pubblico/privato.

Sulla scorta di questo insegnamento, i due eventi sono stati incentrati sul presupposto che il miglior modo di aggiungere qualcosa al bagaglio formativo, è quello di farsi raccontare il “Come si fa? Che cosa fare?” da chi questo percorso l’ha già fatto, da chi nell’inesperienza ha commesso degli errori ma che da quelli stessi errori ha saputo trarre insegnamento.

Per questo la novità del duplice appuntamento è stata il coinvolgimento di un gruppo di PIN “senior” (Pin Bike, Sagelio, Puglia Taste & Culture, OpenPost), chiamati a raccontarsi e a condividere esperienze e competenze nel settore. Quattro progetti tra loro profondamente diversi ma accomunati da una sorta di “anzianità” guadagnata dalla chiusura, già da diversi anni, delle attività PIN e dalla continuità dell’operato imprenditoriale costellato di successi e affermazione dei propri prodotti/servizi non solo in ambito regionale ma anche internazionale. I membri dei team hanno condotto la discussione durante il primo incontro e, come veri e propri mentori, hanno suggerito metodi, strategie, accortezze per presentare al meglio l’idea progettuale e il proprio prodotto/servizio. I PIN partecipanti hanno potuto interagire aprendo la discussione a ulteriori spunti.

A sottolineare l’importanza di prepararsi ad un incontro, conoscere l’interlocutore e i suoi bisogni, suggerendo strategie di comunicazione, non solo verbale, e possibili strumenti di supporto per coinvolgere il potenziale partner, sono state Donatella e Annamaria di Puglia Taste & Culture. A ciò si aggiunge la necessaria e preventiva SWOT Analisi, con un focus sugli obiettivi che si intende raggiungere, sulle strategie per “rompere il ghiaccio”, sull’importanza dell’ascolto e la costruzione di un dialogo fatto anche di domande e interesse verso l’interlocutore, dando valore alla trattativa. Nella convinzione che sia necessario anticipare il cambiamento prima di subirlo, hanno incoraggiato i presenti a coltivare il rapporto con il potenziale cliente nel tempo.

Esperienze enogastronomiche con il team di Puglia Taste and Culture

 

L’intervento di Angelo e Gabriele di Openpost è stato dedicato alla capacità di incrementare le pubbliche relazioni e mantenere la rete di contatti. Decisivo il ruolo del team e di valori come affidabilità e competenza, ma anche la tenacia e la capacità di crederci sempre, anche quando non si viene ascoltati o il contatto non sembra portare risultati immediati. La sfida è quella di riuscire a presentarsi in pochissimi minuti, focalizzandosi sugli aspetti più concreti e interessanti per l’interlocutore.

Gabriele, Alberto e Angelo di OpenPost

 

Nico di Pin Bike ha focalizzato l’attenzione sulla passione, la spinta più importante che deve essere percepibile anche nel dialogo con un eventuale partner. Decisiva è la voglia di imparare e mettersi in gioco, superando ogni tipo di timidezza, presentandosi in modo semplice e diretto, puntando a migliorarsi nel public speaking. Ha sottolineato come tutti i percorsi siano esperienza e che si impara a essere imprenditori sul campo, cercando sempre il confronto, ricordandosi di chi si conosce nel tempo, anche se di fronte c’è qualcuno che punta a demolire l’idea.

Nico e Davide di Pin Bike

 

Puntare sulla “faccia tosta”, provare e riprovare, fidelizzare creando innanzitutto rapporti umani, sono stati i primi spunti emersi dall’intervento di Giancarlo e Luca di Sagelio. La presentazione deve essere effettuata con calma e serietà, mirando inizialmente ai colloqui più “facili”, senza puntare tutto su un unico cliente, perché ogni incontro è un tassello di esperienza che si aggiunge e diventa spunto ed esempio per quelli successivi. Strategico è avere un sito web impeccabile, perché è lo specchio di ogni azienda, ma anche usare tutti i canali promozionali per valorizzare il proprio operato.

Giorgio, Luca, Giancarlo, Greta di Sagelio

 

Durante il secondo appuntamento i partecipanti, tra cui diversi neo vincitori, hanno potuto mettersi alla prova e, utilizzando le nozioni teoriche e i suggerimenti trasmessi al primo incontro, sperimentare la presentazione del proprio progetto. Una sorta di pitch che poi è stato oggetto di ulteriori osservazioni, riflessioni, consigli da parte dei senior, in un confronto ricco di stimoli.

 

L’evento può dirsi una forma di accompagnamento perfetta perché ad esserne protagonisti, in veste di guide, sono stati gli stessi PIN. Un dialogo alla pari che ha mostrato come l’esperienza sul campo, dal basso, fatta anche di errori, di insuccessi e perché no figuracce, possa essere messa a sistema e diventare “patrimonio” comune.

Copertina del post Nuove idee a raccolta con Fooding: di cibo e non solo

Nuove idee a raccolta con Fooding: di cibo e non solo

12 Aprile 2021 ore 16:09

Dagli store online ai servizi per l’agricoltura, dalla valorizzazione di prodotti tipici all’ideazione di nuovi servizi di marketing, un nuovo networking targato Pin.

Quest’anno‌ ‌in‌ ‌cui‌ ‌siamo‌ ‌tutti‌ ‌un‌ ‌po’‌ ‌orfani‌ ‌di‌ ‌occasioni‌ ‌di‌ ‌incontro‌ dal vivo, i‌ ‌networking‌ ‌che‌ ‌vengono‌ ‌organizzati‌ ‌con‌ ‌i‌ ‌Pin‌ ‌afferenti‌ ‌a‌ ‌diversi‌ ‌settori‌ ‌di‌ ‌attività,‌ ‌dalla‌ ‌moda‌ ‌al‌ ‌turismo‌ ‌dall’editoria‌ ‌all’agrolimentare,‌ ‌hanno‌ ‌finito‌ ‌per‌ ‌acquisire‌ ‌un’importanza‌ ‌strategica nel percorso di ciascun progetto.‌ ‌Da‌ ‌un‌ ‌lato‌ ‌infatti‌ ‌rappresentano ‌l’opportunità‌ ‌di‌ ‌rafforzare‌ ‌l’appartenenza‌ ‌ad‌ ‌un‌ ‌sistema‌ ‌di‌ ‌aziende‌ ‌con‌ ‌un‌ ‌percorso‌ ‌simile,‌ ‌che‌ ‌si‌ ‌muovono‌ ‌in‌ ‌un‌ ‌ambito‌ ‌specifico‌ ‌e‌ ‌che‌ ‌quindi‌ ‌possono‌ ‌realmente‌ ‌scambiare‌ ‌esperienze‌ ‌comuni,‌ ‌dall’altro,‌ ‌in‌ ‌quanto‌ ‌momento‌ ‌di‌ ‌conoscenza‌ ‌reciproca‌, ‌possono‌ ‌diventare‌ ‌occasione‌ ‌per‌ ‌attivare‌ ‌nuove‌ ‌collaborazioni,‌ ‌magari‌ ‌tra‌ ‌territori‌ ‌diversi‌ ‌o‌ ‌fra‌ ‌servizi‌ ‌che‌ ‌possono ‌integrarsi‌ ‌tra‌ ‌loro in maniera inedita.‌ ‌ ‌

Anche‌ ‌Fooding:‌ ‌di‌ ‌cibo‌ ‌e‌ ‌non‌ ‌solo‌ ha confermato questa necessità di non trascurare momenti di condivisione e confronto in un settore, quello agroalimentare, che, nell’ultimo anno, ha dovuto rivedere completamente aspetti strategici, come ad esempio quelli relativi al marketing online o a nuove forme di distribuzione e consumo.
Sulla‌ ‌scorta‌ ‌di esperienze come il coinvolgimento nel percorso di Incuba, promosso dall’Istituto Agronomico del Mediterraneo, e‌ ‌della‌ ‌partecipazione‌ ‌a‌ ‌Cibus‌ ‌nel‌ ‌2019,‌ ‌in‌ ‌cui‌ ‌un‌ ‌gruppo‌ ‌di‌ ‌aziende‌ ‌nate‌ ‌con‌ ‌Pin‌ ‌ebbero‌ ‌l’occasione‌ ‌di‌ ‌confrontarsi‌ ‌con‌ ‌aziende‌ ‌strutturate‌ ‌in‌ ‌un‌ ‌ contesto‌ internazionale ‌come‌ ‌quello‌ ‌della‌ ‌Fiera‌ ‌di‌ ‌Parma,‌ ‌anche‌ ‌questo‌ ‌incontro‌ ‌che‌ ‌ha‌ ‌visto‌ ‌la‌ ‌partecipazione‌ ‌di‌ ‌un composito gruppo formato dai referenti di SanaSana – Piatti Veg a domicilio, Aspetta e Sfera! Polpetteria artigianale, Adopt MeTipiko, Puglia Export, Coltiva, Lupantox, AgrinItaly, Murgia Marketing, Gargano MadeIn, Ekostè AgrocosmeticaAlveare da Favola ‌non‌ ‌ha‌ ‌mancato‌ ‌di‌ ‌fornire‌ ‌occasione‌ ‌di‌ ‌confronto‌ ‌ad‌ ‌ampio‌ ‌raggio.‌ ‌ ‌

In‌ ‌due‌ ‌ore‌ ‌di‌ ‌ragionamenti‌ ‌condivisi‌ ‌sono‌ ‌stati‌ ‌affrontati‌ ‌diverse‌ ‌questioni‌ ‌sia‌ ‌tecniche,‌ ‌legate‌ ‌ad‌ ‌esempio‌ ‌alla‌ ‌fase‌ ‌di‌ ‌avvio‌ ‌della‌ ‌propria‌ ‌impresa,‌ ‌sia‌ ‌di‌ ‌confronto‌ ‌su‌ ‌nuove‌ ‌opportunità‌ ‌da‌ ‌sviluppare‌ ‌insieme.‌ ‌Una‌ ‌varietà‌ ‌di‌ ‌argomenti‌ ‌che‌ ‌ha restituito ai partecipanti un quadro composito delle‌ ‌differenti‌ ‌attività‌ ‌in‌ ‌cui‌ ‌sono‌ ‌impegnate‌ ‌le‌ ‌aziende‌ ‌partecipanti:‌ ‌si è‌ ‌spazia‌to ‌infatti‌ ‌dalla‌ ‌distribuzione‌ ‌e‌ commercializzazione‌ ‌di‌ ‌cibi‌ ‌tradizionali‌ ‌all’adozione‌ ‌di‌ ‌ulivi‌ ‌secolari,‌ ‌dalla‌ ‌sperimentazione‌ ‌nel recupero‌ ‌di‌ ‌scarti‌ ‌alimentari‌ ‌per‌ ‌produrre‌ ‌‌super-food‌ ‌alla‌ ‌produzione‌ ‌di‌ ‌cosmetici‌ ‌biologici e percorsi di promozione del benessere.‌ ‌

Dicevamo che ci‌ ‌sono‌ ‌alcuni‌ ‌elementi‌ ‌costanti‌ ‌in‌ ‌ogni‌ ‌occasione‌ ‌di‌ ‌networking‌ ‌tra‌ ‌vincitori‌ ‌PIN.‌ ‌Alcuni‌ ‌in‌ ‌particolare‌ ‌colpiscono‌ ‌chi‌ ‌si‌ ‌trova‌ ‌ad‌ ‌accompagnare‌ ‌questi‌ ‌momenti,‌ ‌innanzitutto‌ ‌il‌ ‌genuino‌ ‌entusiasmo‌ ‌di‌ ‌chi‌ ‌sta‌ ‌portando‌ ‌avanti‌ ‌la‌ ‌propria‌ ‌iniziativa‌ ‌combinato ‌ad‌ ‌un‌ ‌desiderio‌ ‌di‌ ‌confronto‌ ‌con‌ ‌chi‌ ‌si‌ ‌muove‌ ‌nello‌ ‌stesso‌ ‌settore di attività.‌ ‌La‌ ‌voglia‌ ‌di‌ ‌confrontare‌ ‌la‌ ‌propria‌ ‌intuizione,‌ ‌non‌ ‌solo‌ ‌sperimentandola‌ ‌nel‌ ‌confronto‌ ‌con‌ ‌il‌ ‌mercato,‌ ‌nella‌ ‌ricerca‌ ‌di‌ ‌clienti‌ ‌per‌ ‌il‌ ‌proprio‌ ‌e-commerce‌ ‌ad‌ ‌esempio‌ ‌o‌ ‌di‌ ‌nuovi fornitori‌ ‌e‌ ‌partner,‌ ‌ma‌ ‌innanzitutto‌ ‌con‌ ‌gli‌ ‌appartenenti‌ ‌a‌ ‌quella‌ ‌rete‌ ‌di‌ ‌piccole‌ ‌aziende‌ ‌nate‌ ‌con‌ ‌PIN.‌ ‌ ‌

Giovanna‌ ‌e‌ ‌Marilù di ‌Aspetta‌ ‌e‌ ‌sfera!‌ ‌Polpetteria‌ ‌artigianale‌ sottolineano bene l’importanza di un punto di vista esterno sulla propria impresa.

“Abbiamo‌ ‌trovato‌ ‌molto‌ ‌costruttivo‌ ‌il‌ ‌confronto,‌ ‌con‌ ‌chi‌ ‌come‌ ‌noi,‌ ‌si‌ ‌sta‌ ‌lanciando‌ ‌in‌ ‌questa‌ ‌nuova‌ ‌avventura‌ ‌e,‌ ‌soprattutto,‌ ‌molto‌ ‌utile‌ ‌lo‌ ‌scambio‌ ‌di‌ ‌opinioni,‌ ‌i‌ ‌consigli‌ ‌e‌ ‌le‌ ‌idee‌ ‌suggeriteci,‌ ‌viste‌ ‌da‌ ‌noi‌ ‌come‌ ‌contributo‌ ‌esterno‌ ‌che‌ ‌possa‌ ‌aiutarci‌ ‌a‌ ‌vedere‌ ‌limiti‌ ‌o‌ ‌potenzialità‌ ‌alle‌ ‌quali‌ ‌non‌ ‌si‌ ‌è‌ ‌pensato‌ ‌poiché,‌ ‌da‌ ‌creatori‌ ‌del‌ ‌progetto,‌ ‌siamo‌ ‌troppo‌ ‌coinvolte.‌‌”

Un ulteriore elemento interessante che emerge è la consapevolezza‌, ‌da‌ ‌parte‌ ‌di‌ ‌chi‌ ‌partecipa‌ ‌a‌ ‌questi‌ ‌incontri‌, ‌dell’essere‌ ‌parte‌ ‌di‌ ‌una‌ ‌rete‌ ‌ormai ben estesa‌ ‌di‌ ‌soggetti‌ ‌con‌ ‌cui‌ ‌poter‌ ‌condividere‌ ‌la‌ ‌propria‌ ‌iniziativa‌ ‌e‌ ‌fare‌ ‌tesoro‌ ‌delle‌ ‌esperienze‌ ‌altrui.‌ ‌Simone di SanaSana la racconta così:

“La‌ ‌cosa‌ ‌che‌ ‌mi‌ ‌ha‌ ‌davvero‌ ‌affascinato‌ ‌è‌ ‌che‌ ‌vi‌ ‌sono‌ ‌stati‌ ‌molti‌ ‌interventi‌ ‌di‌ ‌Startupper‌ ‌con‌ ‌un‌ ‌occhio‌ ‌attento‌ ‌all’ambiente‌ ‌circostante.‌ ‌In‌ ‌particolare‌ ‌sono‌ ‌rimasto‌ ‌colpito‌ ‌dalla‌ ‌possibilità‌ ‌di‌ ‌adottare‌ ‌ulivi‌ ‌a‌ ‌distanza,‌ ‌alveari‌ ‌e‌ ‌cose‌ ‌sinergiche‌ ‌con‌ ‌il‌ ‌mio‌ ‌progetto‌ ‌di‌ ‌business.‌ ‌
Questi‌ ‌incontri‌ ‌sono‌ ‌molto‌ ‌utili‌ ‌in‌ ‌generale,‌ ‌ma,‌ ‌se‌ ‌si‌ ‌ha‌ ‌una‌ ‌mentalità‌ ‌aperta‌ ‌possono‌ ‌essere‌ ‌un’opportunità‌ ‌unica‌ ‌per‌ ‌creare‌ ‌partnership.‌ ‌Io,‌ ‌ad‌ ‌esempio,‌ ‌quando‌ ‌mi‌ ‌interfaccio‌ ‌con‌ ‌competitor,‌ ‌sia‌ ‌essi‌ ‌diretti‌ ‌o‌ ‌indiretti,‌ ‌punto‌ ‌subito‌ ‌alla‌ ‌domanda‌ ‌cruciale,‌ ‌che‌ ‌faccio‌ ‌a‌ ‌me‌ ‌stesso:‌ ‌come‌ ‌posso‌ ‌creare‌ ‌un‌ ‌legame‌ ‌fra‌ ‌la‌ ‌sua‌ ‌azienda‌ ‌e‌ ‌la‌ ‌mia?‌ Questo‌ ‌approccio,‌ ‌secondo‌ ‌me,‌ ‌è‌ ‌quello‌ ‌vincente.‌”

‌‌Le‌ ‌parole‌ ‌di‌ ‌Antonio‌ ‌referente di Adopt‌ ‌Me,‌ ‌crediamo‌ ‌sintetizzino‌ ‌al‌ ‌meglio‌ ‌la‌ ‌carica di‌ ‌entusiasmo,‌ ‌voglia‌ ‌di‌ ‌crescere,‌ ‌di‌ ‌competere‌ ‌in‌ ‌maniera‌ ‌costruttiva‌ ‌e‌ ‌di‌ ‌fare‌ ‌tesoro‌ ‌di‌ ‌consigli‌ ‌ed‌ ‌esperienze‌ ‌altrui‌ ‌che‌ ‌caratterizza‌ ‌questi‌ ‌momenti‌ ‌di‌ ‌networking:

“‌Tantissimi‌ ‌giovani‌ ‌a‌ ‌confronto,‌ ‌tutti‌ ‌dello‌ ‌stesso‌ ‌settore‌ ‌e‌ ‌soprattutto‌ ‌tutti‌ ‌con‌ ‌l’interesse‌ ‌
reciproco‌ ‌di‌ ‌conoscerci‌ ‌e‌ ‌conoscere‌ ‌i‌ ‌vari‌ ‌progetti.‌ ‌ La‌ ‌cosa‌ ‌più‌ ‌bella‌ ‌è‌ ‌stata‌ ‌raccontare‌ ‌del‌ ‌nostro‌ ‌progetto‌ ‌al‌ ‌resto‌ ‌dei‌ ‌partecipanti,‌ ‌ma‌ ‌anche‌ ‌ascoltare‌ ‌e‌ ‌prendere‌ ‌spunti‌ ‌dagli‌ ‌altri.‌ ‌Mi‌ ‌ha‌ ‌fatto‌ ‌piacere‌ ‌davvero!‌ ‌ ‌Ho‌ ‌visto‌ ‌tanti‌ ‌giovani‌ ‌anche‌ ‌chiedere‌ ‌numeri‌ ‌di‌ ‌telefono‌ ‌o‌ ‌contatti‌ ‌email‌ ‌per‌ ‌sviluppare‌ ‌nuove‌ ‌idee‌ ‌o‌ ‌approfondire‌ ‌idee‌ ‌in‌ ‌futuro‌ ‌per‌ ‌una‌ ‌buona‌ ‌collaborazione,‌ ‌questo‌ ‌secondo‌ ‌me è‌ ‌stato‌ ‌il‌ ‌vero‌ ‌successo‌ ‌di‌ ‌questo‌ ‌incontro.‌ ‌Anche‌ ‌a‌ ‌me‌ ‌personalmente‌ ‌hanno‌ ‌fatto‌ ‌tantissime‌ ‌domande‌ ‌e‌ ‌dato‌ ‌suggerimenti‌ ‌per‌ ‌la‌ ‌mia‌ ‌azienda.‌ ‌Ne‌ ‌ho‌ ‌già‌ ‌preso‌ ‌atto‌ ‌per‌ ‌svilupparli‌ ‌in‌ ‌futuro,‌ ‌come‌ ‌ad‌ ‌esempio‌ ‌la‌ ‌possibilità‌ ‌di‌ ‌avviare‌ ‌una‌ ‌nuova‌ ‌iniziativa,‌ ‌promuovendo‌ ‌la‌ ‌possibilità‌ ‌di‌ ‌piantare‌ ‌nuovi‌ ‌alberi‌ ‌di‌ ‌ulivo‌ ‌in‌ ‌Puglia”‌ ‌

Certo, le fiere di settore e le altre occasioni di incontro dal vivo continueranno ad essere centrali nel percorso di ciascuna realtà aziendale, ma con Fooding e i networking realizzati online stiamo riuscendo a non perdere importanti occasione di crescita e di condivisione, rafforzando i legami nella community Pin e la voglia di costruire un ecosistema tutto pugliese di aziende innovative.