Blog

Stai visualizzando: tutti i post sull'argomento "Racconto"

ZicZic racconta il laboratorio Luoghi Comuni

29 ottobre 2018 ore 10:37

Continuano ad arrivare i racconti delle esperienze straordinarie della Comunità PIN!

Oggi a condividere con tutti voi il racconto del loro ultimo evento è ZicZic: in trasferta ad Altamura da Polignano a Mare, Claudia, Silvia e Lilia hanno realizzato “Luoghi Comuni – laboratorio di composizione e stampa a caratteri mobili” ospitate dalla più antica tipografia di Puglia. Una tre giorni molto proficua che le protagoniste ci raccontano così.

Luoghi Comuni – Laboratorio di composizione e stampa a caratteri mobili

Continuano le attività di ZICZIC che dal 12 al 14 ottobre, in trasferta ad Altamura, ha realizzato “Luoghi Comuni – laboratorio di composizione e stampa a caratteri mobili” grazie alla preziosa ospitalità dell’Antica Tipografia Portoghese.

Per tre giorni abbiamo avuto la possibilità di usare i macchinari, di perderci tra cassettiere colme di caratteri e cliché, circondati da pareti che trasudano storia e inchiostro, su cui dal 1891 si affiggono i manifesti, le locandine, striscioni e volantini prodotti all’interno della più antica tipografia di Puglia, nel cuore dell’Alta Murgia.
Guidati dalle sapienti mani di Gennaro Zaccaria, tipografo già nel 1961,  abbiamo realizzato sei manifesti che rappresentano proverbi, modi di dire e luoghi comuni della tradizione. L’esperienza è stata unica (senza retorica e senza luoghi comuni parlando): la tipografia Portoghese è uno spazio in cui ogni oggetto racconta una storia, dalle pareti parlanti ai macchinari che dopo 150 anni funzionano perfettamente, dalle mille cassettiere ai caratteri mobili in legno e piombo, al buon Gennaro, colonna portante della tipografia, che ci ha seguiti e sostenuti in allineamenti, incastri e composizioni ardite!

Raccontare un luogo, un territorio, è quello che cerchiamo di fare in tutti i workshop e laboratori e per Luoghi Comuni lo abbiamo fatto componendo graficamente lettere, caratteri, segni grafici e incisioni di rara bellezza, costruendo in una giornata di ricerca e progettazione, sei forme tipografiche pronte per la stampa. Ma soprattutto lo abbiamo fatto riaprendo uno spazio importante per la città di Altamura, una risorsa per la comunità, un museo che, riattivando macchinari e strumenti, può diventare luogo di studio, sperimentazione e produzione culturale.

Grazie a Gennaro e grazie ai partecipanti tutti, che ci hanno allietati con ASSAI detti, “a buttare”!

***
e come si suol dire: Vi dobbiamo imparare e vi dobbiamo perdere!

Per guardare con i vostri occhi la gallery fotografica dell’evento, cliccate qui e prendete spunto: aspettiamo con ansia anche i vostri racconti!

***

PinBix @ Heroes meet in Maratea: il racconto dei protagonisti

19 ottobre 2018 ore 12:41

Torniamo a pubblicare i racconti delle esperienze straordinarie della Comunità PIN!

Oggi tocca a PinBix, la piattaforma digitale per la creazione di app di prossimità, condividere con tutti voi la partecipazione – insieme ad altre giovani realtà PIN – all’Heroes 2018, il festival euro mediterraneo dell’innovazione che si svolge da tre anni in Basilicata e coinvolge i  leader d’impresa, business angels e investitori, creativi, policy makers e le startup più interessanti.

La parola ai protagonisti!

PinBix per Heroes meet in Maratea: un’app interattiva per un evento innovativo!

Heroes meet in Maratea è senza ombra di dubbio l’evento sull’innovazione più atteso del Sud Italia che coinvolge startupper, marketer e imprenditori di tutta la penisola.

Dal 20 al 22 settembre 2018, la perla del tirreno ha fatto da sfondo ad importanti workshop, interessanti dibattiti e ad una coinvolgente competizione tra startup. Il tema dell’edizione è stato Money & Value, un’analisi sul denaro, sui contrasti che porta con sé, sui nuovi modelli distributivi e su come criptovalute, sharing economy, tecnologia e decentralizzazione in genere, abbiano modificato la vita di tutti noi.

PinBix ha partecipato all’evento come main partner, fornendo l’app di prossimità  Heroes Festival Maratea.

L’applicazione è stata progettata e completamente personalizzata per essere un punto cardine dell’evento ed ha fornito ai visitatori una mappa dell’evento ed informazioni sulle startup in competizione con la possibilità di votare quella preferita. Inoltre l’utente ha avuto la possibilità di avere informazioni in tempo reale sul programma, di prenotare e salvare gli eventi sul proprio smartphone e di condividere contenuti sui social.
Ma non è tutto. Per Heroes, abbiamo voluto unire alle tradizionali funzionalità informative, la tecnologia di prossimità.
La prossimità ha permesso lo scambio diretto delle informazioni in base alla vicinanza fisica degli utenti rispetto ad un punto di interesse. In altre parole, l’utente ha ricevuto sul proprio device informazioni ad hoc, nel momento e nel posto giusto. In questo modo abbiamo potuto coinvolgere e personalizzare l’esperienza di ogni partecipante, invitandolo ad esprimere le sue preferenze sull’evento così da valutare anche il livello di gradimento e la qualità dell’evento.

A beneficiare dei vantaggi dell’app non sono stati solo partecipanti ed ospiti, protagonisti indiscussi del festival, ma anche gli organizzatori: attraverso la piattaforma integrata è stato possibile raccogliere informazioni rilevanti sui visitatori come sesso, età e provenienza ed è stato possibile analizzare i loro interessi e tracciare i loro movimenti all’interno del festival.  

L’app Heroes Festival è stata scaricata in totale da 377 utenti, di cui 167 con sistema operativo iOS e 210 con sistema operativo Android.

Per PinBix, Heroes Festival Maratea è stata sia un’esperienza interessante che ha consentito di testare e migliorare alcune features dell’app, ma anche soddisfacente per avere fornito a tutti i visitatori un‘esperienza coinvolgente ed innovativa.

***

Ciurma ad Imaginaria Festival: il racconto delle protagoniste

03 settembre 2018 ore 11:22

Arriva settembre con la ripresa ufficiale delle attività, ma non per tutti: come dimostra questo racconto, la Comunità PIN è stata attiva tutta l’estate tra eventi, iniziative e partecipazioni a kermesse.

È questo il caso di Ciurma, la libreria indipendente per bambini nata nel cuore di Taranto che ha partecipato attivamente alla ventiseiesima edizione di Imaginaria, il festival internazionale del cinema d’animazione svoltosi a Conversano, in provincia di Bari) dal 20 al 25 agosto. Lasciamo la parola a Roberta e Francesca per saperne di più!

Immaginate un paese che per 5 giorni si anima, che ospita autori nazionali ed internazionali del cinema d’animazione.

No, non lo immaginate! A Conversano accade per davvero e da molto tempo: Imaginaria Festival è arrivata alla XVI edizione. Noi come Ciurma Libreria per bambini abbiamo avuto l’onore e la possibilità di assistere a tutto ciò. Grazie ad Imaginaria e Imaginaria Kids, abbiamo trascorso cinque giorni incredibili. In questi giorni abbiamo realizzato due letture con attività laboratoriali entrambe sold out, mentre nei giorni successivi ci siamo immerse a pieno nell’atmosfera del festival, tra mostre, cortometraggi, scambi di opinioni con organizzatori, volontari, illustratori e altre libraie stringendo future collaborazioni. Da quest’anno Imaginaria ha una rassegna di cortometraggi dedicata ai più piccoli, “Imaginaria Kids”, e una giuria “kids” che ha poi premiato il miglior cortometraggio!

I bimbi e le bimbe come sempre danno grandi soddisfazioni e ci fanno capire quanto sia importante continuare a spingere su questa strada! Ci siamo sentite a casa questo grazie a Luigi Iovane ideatore ed organizzatore di Imaginaria e grazie a tutto lo staff (Semi di carta, Dominga, Stefano, le volontarie/i e Rosanna che ci ha accolto nel suo fantastico b&b).

Buon vento Imaginaria, ci rivediamo l’anno prossimo!

***

Welcome WondeRadio: il “Wonderdocumentario” dei protagonisti

26 luglio 2018 ore 11:22

Riceviamo e condividiamo con piacere il video-racconto, anzi il “Wonderdocumentario” realizzato dai ragazzi di WondeRadio la web radio di Terlizzi (BA) gestita da non vedenti, ipovedenti e normovedenti.

Annalisa, Gianpaolo e Serena, infatti, hanno realizzato un questo filmato per spiegare l’iniziativa ai più e condividere ambizioni ed obiettivi. In attesa che parta la programmazione delle attività, vi lasciamo con questo bel video e un appello a tutta la Comunità PIN: inviateci i vostri racconti, le vostre foto e i vostri video delle vostre storie più straordinarie e noi li pubblicheremo progressivamente su questo blog.

La parola ai protagonisti… buona visione!

Welcome WondeRadio!

Abbiamo creato WondeRadio per utilizzare la web radio come strumento e spazio quotidiano di inclusione sociale e aggregazione. Grazie alle nuove tecnologie la radio come mezzo di comunicazione si è molto evoluta. Attraverso una rete internet mediamente stabile è possibile trasmettere da ogni angolo del mondo, e non solo, grazie ad ausili hardware e software a disposizione delle persone cieche il web è ogni giorno un po’ più accessibile. Macluhan, il grande sociologo canadese, sosteneva che ogni mezzo di comunicazione amplifica le potenzialità fisiche, intellettuali, sensoriali e cognitive dell’individuo sino a renderlo capace di modificare la struttura della società, WondeRadio ha preso alla lettera la filosofia e gli studi del sociologo, ed è proprio ciò che ci proponiamo di fare, utilizzare la web radio come strumento per sostenere i diritti all’accessibilità sociale e culturale dei non vedenti e ipovedenti.
Crediamo sia fondamentale creare uno spazio dove coltivare l’etica della valorizzazione delle competenze di ciascuno, crediamo che questo sia il modo più efficace per raggiungere l’inclusione e la vera integrazione tra cittadini. Ci interessa moltissimo ribaltare la logica della disabilità come handicap per sostenere che la disabilità è una risorsa preziosa da cui imparare e crescere insieme ed in questo la tecnologia ci è di grandissimo aiuto.
Wonderadio è uno spazio fisico e quotidiano dove praticare l’inclusione sociale, la valorizzazione delle competenze di ognuno e la socializzazione tra giovani e disabili visivi. Wonderadio siamo noi, con le nostre esperienze, le nostre passioni e le nostre storie di vita. Vogliamo che la nostra sede diventi il posto dove incontrare, raccontare e divulgare i progetti di vita delle persone cieche, ipovedenti e normovedenti.

***

Argomenti