Blog

Stai visualizzando: tutti i post sull'argomento "Racconto"

Contemporaneamente 2019: la rassegna raccontata dai protagonisti

11 settembre 2019 ore 11:52

Torniamo a condividere i racconti delle iniziative straordinarie della Comunità PIN!

Riprendiamo con il centro di documentazione e ricerca Möbius che, nei giorni scorsi, ha realizzato a Bitonto (BA) una rassegna di filosofia dal titolo “Contemporaneamente 2019”. Scopriamo come è andata dalla penna dei protagonisti e prendete spunto: anche i vostri racconti saranno pubblicati su questo blog!

È stato davvero entusiasmante poter ospitare, con la rassegna “Contemporaneamente 2019”, nomi così importanti della filosofia contemporanea per discutere di avvenire.
Siamo giovani, è nostro dovere alimentare la discussione su ciò che sarà e, soprattutto, su ciò che saremo. Per questo motivo abbiamo accolto con gioia la partnership con l’Università di Bari che ci ha permesso di abbinare agli eventi una Summer School, nonché di entrare in contatto con intellettuali di levatura internazionale. E portarli nel centro antico di un paesino di Puglia!

Prendete Maurizio Ferraris di Torino, Jörg Geitler della Technische Universität di Berlino o Bernard Stiegler del Centre “G. Pompidou” di Parigi e immaginateli in una tipica piazza del Sud, a conversare di utopia, futuro, impegno sociale. Sembra incredibile ma è quello che è avvenuto con “Contemporaneamente 2019”!

Il pubblico ci ha premiato, con oltre centocinquanta persone a serata. Francamente non ce l’aspettavamo e ne siamo fieri, perchè pensiamo che argomenti di questo tipo non devono rimanere chiuse nelle stanze delle università e dei centri di ricerca ma devono arrivare tra la gente. I temi sociali riguardano tutti e nessuno deve esserne escluso. Viva la filosofia e il pensiero, viva la filosofia e il pensiero per tutti!

 

***

Lancio del brand e #networking: l’appello di Neosartoria per nuove collaborazioni!

05 agosto 2019 ore 09:47

Il fermento e l’entusiasmo della Comunità PIN non va mai in ferie: a questo proposito, riceviamo e condividiamo molto volentieri l’appello di Neosartoria, il brand che valorizza la sartoria tradizionale attraverso la creazione e la commercializzazione di borse “fai da te”.

Già impegnati in una collaborazione con un’altra giovane realtà, ImaginApulia – autori della foto in copertina – giriamo l’appello di Neosartoria a tutti i Vincitori PIN: leggete qui sotto, se siete interessati contattateli e… fateci sapere come è andata a settembre!

Finalmente siamo pronti! Stiamo organizzando il lancio del nostro nuovo brand a partire da settembre. Cerchiamo dei luoghi in giro per la puglia che possano ospitare un evento di promozione del progetto NEOSARTORIA, un nuovo concetto di sartoria che vuole riportare la gente a cucire, a fare le cose con le mani. Abbiamo disegnato una serie di borse quasi complete, che l’utente deve completare imparando a cucire.
Cerchiamo luoghi che possano ospitarci per poche ore in cui spiegare il progetto, presentare le borse e passare del tempo in compagnia, cucendo e chiacchierando tutti insieme.
Chiunque sia interessato all’argomento o dovesse conoscere qualcuno che lo sia, non esiti a contattarci all’indirizzo: info@apotropaici.com.
Grazie.

Donato e Gaetano

***

“Deviati” Live Stream: il racconto di Devied

01 agosto 2019 ore 11:09

Siamo ad agosto, ma la voglia di condividere esperienze tra la Comunità PIN non va in vacanza mai!

A tal proposito, ci arriva e subito condividiamo il racconto di pancia di DEVIED, la piattaforma di telelavoro e formazione per sviluppatori software che sfrutta la condivisione dello schermo con sede legale a Lecce, che ci spiega attraverso la voce dei fondatori, Roberto e Raffaele, in cosa consiste, come funziona e il work in progress verso i progetti futuri.

Prima di lasciarvi al pezzo dei protagonisti, vi ricordiamo che per poter pubblicare i vostri racconti sul blog di PIN vi basterà inviarci i vostri racconti con foto. Aspettiamo quindi una miriade di giovani storie alla ripresa!

Devied: “Deviati” Live Stream

Con Devied abbiamo voglia di raccontarvi in che modo ci è saltata in mente questa pazza idea di fare Impresa.

Siamo Roberto Vergallo e Raffaele Vizzi e lavoriamo da anni nel Mondo dell’ICT, collaborando a diverso titolo con un’azienda preesistente. A fine 2017, decidemmo di provare ad avviare un progetto autonomo, dando seguito a un’intuizione dettata dalla sapiente voce dell’esperienza sul campo.

Entrambi identifichiamo, riconoscendoci in prima persona, una problematica comune a tutti gli sviluppatori che si occupano di coding: la difficoltà di aggiornare la nostra formazione a 360°, riuscendo in tal modo a stare al passo con la nascita dei nuovi linguaggi informatici. 

Da qui l’intuizione di sviluppare una Directory di Schermi, in altre parole una piattaforma web di streaming del proprio schermo consultabile da tutti gli addetti ai lavori in tempo reale, offrendo inoltre servizi aggiuntivi che il mercato non era in grado di proporre.

Individuato lo spunto, il passo successivo, consisteva nel trovare un modo per renderlo concreto, tangibile e reale: serviva la scintilla capace di accendere la miccia alla nostra visione.

In questo senso, il nostro sangue Salentino si è rivelato perfetto vettore di possibilità, consentendoci di partecipare al bando PIN – Pugliesi Innovativi e, pochi mesi dopo la candidatura, abbiamo visto comparire Devied nell’elenco dei vincitori!

L’accesso al finanziamento Regionale ci ha permesso di avviare il processo di gestazione dell’idea, dando il là, nel Settembre 2018, alla fase di sviluppo del mockup interattivo della piattaforma: la prima, per sviluppatori e aziende, che abilita processi di formazione tramite meccanismi di interazione one-to-one e one-to-many real time.

Ad oggi il progetto è ancora work in progress, ma la data di Luglio 2019 ha segnato un passo importante nel suo cammino, con il rilascio ufficiale della Versione Alfa successivo al completamento della fase di test.

Nello specifico, la piattaforma è disponibile all’indirizzo temporaneo https://llve.sandbox.devied.com/ (salvo lavori di manutenzione e aggiornamento che possono renderla non disponibile occasionalmente). Finora è stato possibile testare i seguenti casi d’uso:

– Login / registrazione utente

– Registrazione di un proprio canale per il live streaming (attraverso l’utilizzo di

categorie o etichette per identificare al meglio il servizio offerto)

– Avvio di una propria sessione live streaming.

Devied, una volta giunta al suo compimento, consentirà dunque ai suoi utenti di avere un proprio spazio virtuale per gestire e far interagire tra loro i membri della comunità di sviluppatori, con l’obiettivo di incoraggiare e formare un grande numero di professionisti nel più breve tempo possibile attraverso la cooperazione in streaming video.

Inoltre, tramite un servizio in abbonamento destinato alle Corporate, esse potranno ricercare, valutare e selezionare tra gli utenti futuri dipendenti o fornitori, mettere all’asta la risoluzione di un problema o di un bug e gestire una community di propri sviluppatori interni con strumenti dinamici e interattivi.

Le finestre sul futuro del coding sono aperte.

Non vi resta che attendere, connettervi e…”Watch Me * On Devied”

 

***

Una festa di quartiere fuori dal comune: “Chiediamo a…” i protagonisti!

22 luglio 2019 ore 11:04

Anche d’estate arrivano tanti racconti delle esperienze straordinarie dei progetti Vincitori PIN!

Oggi giochiamo un po’ con le parole e “Chiediamo a…” Daniele, Valerio e Francesca di raccontarci la loro presentazione alla comunità di Putignano (BA), città dove ha sede il loro portierato di quartiere. Non spoileriamo nulla, ma prima di lasciare la parola ai protagonisti, approfittiamo per ricordare a tutti i Vincitori PIN di prendere spunto da questo e dagli altri racconti precedentemente pubblicati su questo blog: condividete con noi le vostre esperienze straordinarie, i traguardi e il vostro follow up inviandoci racconti “di pancia” corredati da fotogallery!

Festa di quartiere… fuori dal Comune!

Tre giovani under 35 di Putignano e Conversano, Daniele, Valerio e Francesca, sabato 13 luglio, presso i locali della chiesa di San Pietro Piturno, insieme al Collettivo SPP-LIT di Putignano (San Pietro Piturno), hanno presentato alla comunità il progetto vincitore del bando regionale PIN Pugliesi Innovativi Portierato di comunità ‘Chiediamo a…’.
Un progetto innovativo che nasce come realtà “risolvi-problemi”, dove il portiere di comunità, proprio come il portiere di un palazzo, di un condominio, offre una mano agli abitanti del quartiere, nella quotidianità, aiutandole a cercare ciò di cui hanno bisogno, assistendole e agevolando la mole degli impegni di tutti i giorni.
Allo stesso tempo il portierato ha l’obiettivo di riattivare e ricomporre la comunità proponendo, partendo sempre dalle necessità del contesto, diverse iniziative, eventi, laboratori in cui gli abitanti saranno protagonisti e attori principali.

Altro servizio sarà quello di facilitare l’incontro domanda – offerta per lavori occasionali, spesso richiesti ma anche, altrettanto spesso, privi di garanzie; un servizio offerto tramite sportello e piattaforma web creata ad hoc dove studenti, tirocinanti, pensionati, disoccupati, disabili, ecc. potranno offrire le loro professionalità e i fruitori potranno scegliere il profilo che meglio si confà alle proprie esigenze.

Si presenta anche come “incubatore di idee e progetti” e in tal senso co-progetta, realizza, con altri soggetti del terzo settore, enti pubblici, comitati e privati cittadini, percorsi e azioni per lo sviluppo della comunità attraverso iniziative di rigenerazione urbana, sociale, economica, interventi socio-educativi, socio-culturali e formativi, di animazione e presidio del territorio, di sostegno alle fasce deboli, di promozione della legalità e delle regole di convivenza civile.

Nella stessa serata è stato inaugurato il primo murales di comunità, realizzato dagli artisti Davide Curci e Francesca Mocenighi all’ingresso del quartiere, simbolo di inclusione sociale, composto di un’opera che al suo interno ne contiene altre venti, tutte vincitrici del contest street art ‘Brad PITT… i juan mandin a’ scal!’ organizzato dallo stesso Collettivo al quale hanno partecipato più di cento tra giovani e bambini di San Pietro P. e Putignano paese e che ha visto anche la partecipazione di abitanti di paesi limitrofi.
Il tutto è stato contornato da una festa nella quale i partecipanti hanno portato da mangiare e condiviso con tutti e a cui hanno preso parte anche la sindaca e parte dell’amministrazione, sono stati organizzati giochi per i più giovani e due giovanissimi deejay di appena 11 anni hanno provveduto all’intrattenimento musicale.
Una serata indimenticabile di gran partecipazione e condivisione.

***

Argomenti