L’iniziativa

Testata PIN

Cos’è PIN

PIN è la nuova iniziativa delle Politiche Giovanili della Regione Puglia rivolta ai giovani e alle giovani che intendono realizzare progetti imprenditoriali innovativi ad alto potenziale di sviluppo locale e con buone prospettive di consolidamento, rafforzando le proprie competenze.

A chi si rivolge

La misura è rivolta a gruppi informali di almeno due giovani residenti in Puglia, di età compresa tra i 18 e i 35 anni che hanno un’idea imprenditoriale innovativa e vogliono svilupparla.

Quali ambiti di intervento interessa

PIN supporta la sperimentazione e la realizzazione di progetti a vocazione imprenditoriale nei settori:

  • Innovazione culturale (es: valorizzazione del patrimonio ambientale, culturale e artistico, turismo, sviluppo sostenibile, ecc.)
  • Innovazione tecnologica (es: innovazioni di prodotto e di processo, economia digitale, sviluppo di nuove tecnologie, ecc.)
  • Innovazione sociale (es: servizi per favorire l’inclusione sociale, il miglioramento della qualità della vita, l’utilizzo di beni comuni, ecc.)

Come funziona

PIN è un avviso pubblico a sportello con una dotazione finanziaria pari a 10 milioni di euro, di cui 8 dedicati al finanziamento di progetti e 2 ai servizi di affiancamento e rafforzamento delle competenze dei partecipanti.

A quali strumenti si può accedere con PIN

PIN prevede:

  • Un contributo finanziario, a fondo perduto variabile tra un valore minimo di 10.000 € e massimo di 30.000 € a progetto, a copertura degli investimenti e delle spese di gestione del primo anno. I gruppi informali per accedere al finanziamento dovranno costituirsi in soggetto giuridico iscritto al Registro delle Imprese o al REA.
  • Un set di servizi di supporto e rafforzamento delle competenze (prestazioni professionali specialistiche, workshop tecnici, affiancamento di imprenditori senior, visite aziendali, ecc.) messi a disposizione da ARTI (l’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) e co-progettati con i gruppi informali beneficiari.

Come si accede

L’accesso a PIN è interamente online. Per candidare il proprio progetto è sufficiente aprire una pratica su questa piattaforma, seguire le fasi di inserimento dei dati e presentare la propria idea imprenditoriale attraverso la compilazione del modello canvas.

Cos’è il modello canvas

Uno strumento utile ad analizzare meglio punti di forza e di debolezza della propria idea imprenditoriale. Il modello canvas è uno dei modelli più utilizzati per valutare le possibilità di riuscita della propria idea imprenditoriale e assicurare un follow up di successo al proprio progetto.

Cos’è il follow up

È la fase decisiva per ogni nuova azienda, quella in cui, dopo la fase iniziale di start up, il progetto è chiamato a confrontarsi con il contesto esterno. La Commissione valuterà i progetti dando grande importanza al loro follow up, oltre alla innovatività e alla capacità di generare un impatto positivo sul territorio.

Cosa succede dopo il finanziamento iniziale

PIN non si limita a finanziare i progetti, ma mira ad accompagnarli e sostenerli attraverso strumenti personalizzati, dedicati al rafforzamento delle competenze anche dopo il termine del progetto finanziato. Ai servizi di accompagnamento, erogati dall’ARTI – l’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione e co-progettati con i beneficiari, saranno dedicati 2 dei 10 milioni totali in dotazione alla misura. La Regione Puglia garantisce, inoltre, il collegamento tra PIN e il sistema degli incentivi regionali per le imprese.