Freak Ink

Studio di tatuaggi che ospita artisti nazionali e internazionali
  • Problema Ad un aumento della quantità di tatuaggi realizzati spesso non corrisponde un aumento della qualità di questi ultimi
  • Soluzione Aprire uno studio nel quale potersi tatuare da differenti artisti disegni unici, originali e tradizionali

Stanchi di vedere tribalini anni ’90, ritratti di bambini zombie, farfalline rubate dalla rivista della zia estetista, tatuaggi tremolanti e al contrario, ma appassionati della tradizione tatuatoria mondiale, dei grandi artisti defunti o iperattivi, abbiamo deciso di aprire nel capoluogo una piccola ma grande bottega che possa ospitare mensilmente un artista differente, che esponga alle pareti i lavori altrui e nostri, nella quale poter sfogliare vecchi libri e chiacchierare sui disegni che raccontano delle storie, anche e soprattutto sulla pelle.

Noi siamo due giovani tatuatori pugliesi, lavoriamo sia a macchinetta che a mano. Quest’ultima tecnica in particolar modo, pur essendo la più antica del mondo, è ancora poco o mal praticata in Italia. Inoltre, provenendo entrambi da una formazione artigianale, teniamo alla qualità e alla cura (spesso maniacale) di tutto ciò che viene realizzato a mano.

Ci auguriamo quindi che i nostri clienti si immergano in questo mondo che sta guadagnando sempre più attenzione e dignità rispetto al passato e vogliamo che lo facciano sentendosi dei collezionisti d’arte piuttosto che delle tele per gli scarabocchi di tatuatori commerciali e d’assalto.

  • novembre 2017

    Avvio del progetto

  • dicembre 2017

  • gennaio 2018

  • febbraio 2018

    Obiettivo intermedio

    Inaugurazione Freak Ink studio

  • marzo 2018

  • aprile 2018

  • maggio 2018

  • giugno 2018

  • luglio 2018

  • agosto 2018

    Obiettivo finale

    5 tatuatori-guest ospitati