Guarda che Banda!

Marching band innovativa
  • Problema La realtà bandistica in Puglia ha radici profonde, molto legate alla tradizione ma poco ri-innovate
  • Soluzione Formare una banda musicale di nuova concezione con arrangiamenti rivisitati e suggestioni delle marching band americane

Il progetto nasce dall’esigenza di rinnovare e rielaborare il repertorio bandistico tradizionale della banda pugliese attraverso l’incontro con forme musicali ed artistiche diverse, trasformando la tradizionale “banda da giro” in un vivace laboratorio musicale che coinvolge decine di musicisti di tutte le età.

La musica di “Guarda che Banda!” è generosa e travolgente, sempre familiare ma mai sentita prima. È una musica che si ascolta, si vive e si guarda: la banda a volte si muove a tempo di musica, accompagna i brani con coreografie di insieme, evolve stilisticamente nello stile di marcia in parata, porta lo spettacolo in mezzo alla gente, ed un corpo di ballo ne accompagnerà i momenti salienti con le sue artistiche danze.

“Guarda che Banda!” porta la banda di paese a trasformarsi in una energica fanfara ritmata da una nuova selezione strumentale e da una innovata classe di percussioni. In tal modo la “marcia pugliese” verrà arricchita da nuove tendenze artistiche, senza perdere la sua anima atavicamente legata al territorio, ma veicolata nelle piazze con rinnovato ardore e con nuove vesti a festa.

  • settembre 2017

    Avvio del progetto

    Presentazione ufficiale del progetto Guarda che Banda #pingiovani #casadelleideeturi

    @guardachebanda, mercoledì 13 alle 10:12
  • ottobre 2017

  • novembre 2017

    Obiettivo intermedio

    Individuati il corpo musicale, il corpo di ballo e il repertorio musicale

  • dicembre 2017

  • gennaio 2018

  • febbraio 2018

  • marzo 2018

  • aprile 2018

    Obiettivo intermedio

    Realizzati video promozionale e CD con 12 tracce audio

  • maggio 2018

  • giugno 2018

  • luglio 2018

  • agosto 2018

  • settembre 2018

    Obiettivo finale

    10 spettacoli realizzati, 300 CD venduti