Officina Maremosso

Recupero e restauro barche a vela in legno
  • Problema La "Città dei due Mari" sta perdendo la sua storica e naturale tradizione e le competenze marinare che la identificano
  • Soluzione Riscoprire e recuperare le tecniche lavorative marinaresche, attraverso il mondo della navigazione a vela tradizionale

Il Progetto Maremosso nasce alla fine del 2015 da una chiacchierata tra amici: creare la prima e originale esperienza sperimentale nel tarantino mirata all’allestimento di un laboratorio per l’apprendimento trasversale del mare, attraverso il recupero delle tecniche lavorative della tradizione marinara. Obiettivo è creare un’Officina Sociale che sia parte della riconversione e del rilancio ambientale, economico e culturale del territorio Ionico, fornendo ai giovani alcuni primi strumenti utili all’inserimento sociale e nel mondo lavorativo partendo dalle risorse fondamentali della nostra Città: il mare e i mestieri legati alla marineria.

Il progetto prevede il restauro di una barca a vela tipo Sloop interamente in legno, avvicinando gli utenti ai mestieri correlati a tale attività, primo su tutti il Maestro d’ascia, attraverso la collaborazione in rete di professionisti e appassionati presenti sul territorio.

A restauro ultimato, la barca navigante sarà fondamentale per educare al concetto di Equipaggio, fondamentale strumento per sperimentare la collaborazione e il senso di responsabilità e rispetto verso gli altri, l’ambiente in cui si opera il territorio che lo caratterizza.

Progetto originarimente candidato con il titolo Maremosso: un’officina di pirati solidali per costruire gente di mare