Voice Soft

Software funzionale alle esigenze comunicative di persone sorde
  • Problema Difficoltà delle persone sorde nel conversare con chi sente
  • Soluzione Creazione di un'app che impiega modelli di speech-to-text come vettore testuale della voce

“Il mondo è un mondo di suoni. Le nostre interazioni come esseri umani sono strettamente legate alla nostra capacità di avere conversazioni, e senza l’accesso al suono è molto dura farlo” (Vint Cerf, Internet Evangelist).

Si prevede che fino a una persona su dieci avrà una disabilità uditiva nel 2050 (www.who.int). Le lingue dei segni – ancora poco diffuse – e la lettura del labiale non sempre possibile, fanno delle lingue verbali un veicolo indispensabile.

Siamo Nicola Corriero e Gianluca Sforza, ricercatori in tecnologie web e analisi di segnali tramite machine learning.
Ciò che vogliamo fare è sfruttare l’ampia diffusione degli smartphone per offrire alle persone sorde un’app che favorisca l’accesso al parlato e contribuisca ad aumentare la loro indipendenza nel quotidiano. Una tecnologia assistiva che, sfruttando modelli intelligenti di riconoscimento vocale, trascrive dialoghi e li condivide ai partecipanti sordi, che potranno leggerli ed intervenire. Tutto con un’interazione semplice con l’utente, informandolo sulla probabilità di errori di riconoscimento.

L’Ente Nazionale Sordi-Bari e l’Associazione Europea degli Insegnanti-Italia ci accompagneranno in questo percorso.

  • luglio 2019

    Avvio del progetto

  • agosto 2019

  • settembre 2019

  • ottobre 2019

  • novembre 2019

    Obiettivo intermedio

    Sviluppo software per la trascrizione del parlato, di ausilio a persone sorde

  • dicembre 2019

  • gennaio 2020

  • febbraio 2020

  • marzo 2020

  • aprile 2020

  • maggio 2020

  • giugno 2020

  • luglio 2020

    Obiettivo finale

    App on-line/ off-line in versione stabile per beta test aperto al pubblico