WOOSIC Falegnameria sociale musicale

Service audio gestito da migranti e falegnameria sociale per autocostruzione casse acustiche
  • Problema La piaga del caporalato e del lavoro nero, che riguarda i migranti, sta assumendo dimensioni preoccupanti in Puglia
  • Soluzione Creare opportunità lavorative e autoimprenditoriali attraverso la formazione, l'integrazione e l'inclusione partecipata

Costruiremo un modello alternativo per l’inserimento lavorativo e professionalizzante dei migranti, un circuito che valuti attentamente le conoscenze tecniche, le competenze artigianali e i presupposti culturali del singolo. Combatteremo, attraverso impegno e autodeterminazione, le mafie, il caporalato e il lavoro nero che spingono i lavoratori in catene di sfruttamento pericolose e spietate.

Faremo tutto questo attivando un percorso di formazione teorico/pratico in ambito ebanistico, fornendo competenze tecniche per la costruzione di casse acustiche e settaggio/cablaggio impianti, costruendo un service audio che sarà gestito dai beneficiari per l’amplificazione di eventi musicali o culturali e ponendo le basi per la costruzione e vendita di impianti sonori autocostruiti.

Obiettivo del periodo di start-up sarà inserire in organico i beneficiari che diventeranno tutor dei successivi “apprendisti”.

Progetto originarimente candidato con il titolo WOOSIC Falegnameria Musicale Sociale