Chiediamo a…

Portierato di comunità
  • Problema Quartieri del paese che vivono particolari difficoltà, in cui mancano i servizi essenziali
  • Soluzione Un portierato per risolvere i problemi di tutti i giorni ,creando opportunità di sviluppo socio-economico-culturale

Il progetto nasce come “portierato di comunità” cioè realtà: “risolvi-problemi”, ove il portiere insieme agli abitanti del quartiere, coinvolti attivamente, rende più semplice la quotidianità delle persone, aiutandole a cercare ciò di cui hanno bisogno; “opportunità di lavoro occasionale” attraverso un portale di servizi per far incontrare la domanda e l’offerta; “fare, essere, sentirsi comunità” ove attraverso le proposte di corsi di formazione, eventi, laboratori, diventa punto di riferimento per gli abitanti del quartiere per socializzare, incontrarsi, riscoprire il piacere di fare le cose insieme, e riscoprirsi comunità.

Si presenta anche come “incubatore di idee e progetti” e in tal senso co-progetta, realizza, con altri soggetti del terzo settore, enti pubblici, comitati e privati cittadini, percorsi e azioni per lo sviluppo della comunità attraverso iniziative di rigenerazione urbana, sociale, economica, interventi socio-educativi, socio-culturali e formativi, di animazione e presidio del territorio, di sostegno alle fasce deboli, di promozione della legalità e delle regole di convivenza civile.

Progetto originarimente candidato con il titolo ‘CHIEDIAMO A’ Il portierato di quartiere
  • giugno 2019

    Avvio del progetto

  • luglio 2019

  • agosto 2019

  • settembre 2019

  • ottobre 2019

  • novembre 2019

  • dicembre 2019

  • gennaio 2020

  • febbraio 2020

  • marzo 2020

    Obiettivo intermedio

    Inaugurazione del portierato con pranzo di comunità nel quartiere San Pietro Piturno

  • aprile 2020

  • maggio 2020

  • giugno 2020

    Obiettivo finale

    Attivazione di Laboratori e realizzazione del mercatino delle arti, dei sapori, delle autoproduzioni e delle invenzioni