iMeX – My museum Experience

Progettazione dell’esperienza museale attraverso nuovi linguaggi espressivi e tecnologie location aware
  • Problema Scarsa fruibilità delle opere e delle rispettive didascalie nei musei
  • Soluzione Riprogettazione dell'esperienza museale attraverso nuovi linguaggi e contenuti, usufruibili via app e sensori wireless

Designer una, esperta in beni culturali l’altra. Cosa ci accomuna? Una grande amicizia e la passione per l’arte e la ricerca.

Ed è così che nasce iMeX: dalla volontà di riposizionarci sui nostri percorsi formativi e di dare forma a qualcosa di nuovo. E combinando insieme tecnologie, arte e idee abbiamo immaginato un’esperienza museale immersiva più intensa ed emotivamente coinvolgente, con interazioni e contenuti nuovi, per una fruizione più ricca e partecipata, e che non si esaurisca all’interno del museo.

Nello specifico, iMeX intende progettare processi partecipativi che, grazie a sensori wireless e un’app sviluppata ad hoc, trasfigurino il museo in una piattaforma socio-culturale in grado di condividere contenuti audio-visivi e di mettere in connessione i visitatori con le opere d’arte, ma anche con organizzatori, collaboratori, critici.

Progetto originarimente candidato con il titolo iMeX
  • novembre 2017

    Avvio del progetto

    Non tutte le firme hanno lo stesso valore. Molte le inseriamo senza troppa attenzione o trasporto. Per iMeX invece questa è davvero importante: è un impegno verso noi stesse, verso il nostro lavoro e verso la nostra Regione. Affinché si investano nuove energie e risorse, umane e finanziarie, per costruire qualcosa di culturalmente utile e innovativo. Quindi "avanti tutta" iMeX! #pingiovani

    @imex_my_museum_experience, martedì 28 alle 09:43

    dicembre 2017

    Nel Museo Archeologico Nazionale di Napoli è possibile contemplare ricche collezioni di opere d’arte (mosaici, sculture, monete, reperti). C’è stata oggi per noi Maria Gentile e ne è rimasta estasiata. Nella foto, un dettaglio della soglia musiva di “Festone con maschere tragiche, foglie e frutti”, rinvenuto a Pompei nella Casa del Fauno (VI, 12, 2) dove decorava la soglia di ingresso all'atrio. Il mosaico, un vero capolavoro per la finezza ed accuratezza dell'esecuzione, mostra due maschere tragiche femminili poggiate su di un festone fatto di foglie e frutti legati insieme con bande e nastri colorati. Una promessa di benessere e felicità per chi conduca una vita in stile dionisiaco. #pingiovani #beniculturali30

    @imex_my_museum_experience, giovedì 7 alle 13:41

    Attraversare il @museoarcheologiconapoli non è stata una visita come tutte le altre. Bensì un viaggio nel tempo. Sostavamo davanti alle opere immaginandoci epoca e ambienti originari, costumi e usanze, vite lontane appartenute a un altro mondo, eppure in quel frangente così concrete, reali. Antichità greche e romane rivivono negli spazi del museo e sembran quasi trasmettere l'urgenza di raccontarsi, di narrare Storia e storie a interlocutori altrimenti irraggiungibili. E mentre una guida esterna al museo ci accompagnava in questo viaggio, pensavamo ad iMeX. Al nostro lavoro, per valorizzare ciò che l'arte prova a dirci. #pingiovani #beniculturali30

    @imex_my_museum_experience, mercoledì 13 alle 18:00
  • gennaio 2018

  • febbraio 2018

  • marzo 2018

    Obiettivo intermedio

    Mockup dell’app

  • aprile 2018

  • maggio 2018

  • giugno 2018

  • luglio 2018

  • agosto 2018

    Obiettivo intermedio

    Pubblicazione dell’app di iMeX in Apple Store e Google Play e installazione dei beacon nel MUSA (Museo Archeologico di Lecce)

  • settembre 2018

  • ottobre 2018

  • novembre 2018

    Obiettivo finale

    Rapporto di lavoro con una istituzione museale oltre il caso studio MUSA. Avvio della fase di ricerca e riprogettazione dell’esperienza utente nel nuovo museo.