Blog

Stai visualizzando: tutti i post sull'argomento "In visita da..."

In visita da… Bottega d’arte RoMa: la passione per la decorazione che diventa lavoro

13 dicembre 2019 ore 15:50

Nuova puntata per la rubrica “In visita da…”: il viaggio dello Staff di PIN tra le tantissime realtà attivate attraverso il bando a sportello della Regione Puglia continua!

In questo anno e mezzo di tour, abbiamo conosciuto le ceramiche innovative di Mesolab, la mobilità sostenibile di Sagelio, la vocazione di Ciurma libreria indipendente per bambini, il Centro Multiculturale Crocevia, i manufatti editoriali di ZicZic, le proposte di turismo esperienziale di Puglia Taste & Culture, il laboratorio di pasta fresca e artigianale Eden Store, le mappe tattili realizzate da MapAbile e, il Coworking space Co-Labory e il connubio mare, psicologia e fotografia di ColMare, l’ecofriendly wear firmato Bloodylicious e, subito dopo l’estate, le fragranze identificative del Gargano del brand AquaPulia,il visual storytelling esperienziale di ImaginApulia, il turismo delle radici di  Raiz Italiana, il Building Management di INGegno-Lab, il laboratorio culturale partecipato OCC – Officine Culturali quartiere Carrassi e l’officina sociale per il recupero e il restauro di barche a vela in legno Maremosso, lo spazio dedicato alla fotografia e all’illustrazione Lo.ft, la protesi di mano in stampa 3D Adam’s Hand ,il laboratorio di serigrafia naturale Ammostro,il festival teatrale a basso impatto ambientale in luoghi segreti Ultimi Fuochi Festival, il centro multietnico Casa Mandela, la piattaforma che mette in contatto spazi e idee Pop Uppens,lo spazio di coworking per giovani professionisti e realtà innovative dal nome Sophia, la cucina partecipata, food storytelling con narrazione del territorio  Cozinha Nomade, il bistrò con portierato di quartiere Caffè Portineria , l’accademia delle arti di strada per l’inclusione sociale ADAS, lo studio di hand poke tattoo Freak Ink,lo specchio intelligente che rileva parametri vitali MiracleApulia Center for Art & Technology spaziando tra arte e tecnologia, SHISKI, il concept space di design che valorizza il territorio attraverso i talenti, Baby Likes Travel, il servizio di noleggio di attrezzature per bambini “a cui piace viaggiare”, Fleet Save, la “ciurma di sognatori” che racconta le città e la cultura del territorio attraverso il gioco, iLon, il kit tecnologico per borse e accessori collegato ad una piattaforma basata sulla tecnologia Data Analytics e Casereshow piattaforma web di matching tra artisti e proprietari di casa per eventi privati.

Per il reportage di oggi ci fermiamo a Foggia dove andiamo ad esplorare Bottega d’arte RoMa, il laboratorio che tra workshop e collaborazioni rivaluta il mestiere del decoratore.

Due fratelli, Francesca e Davide, cresciuti immersi nell’arte che hanno trasformato lo studio e la passione in un vero e proprio lavoro creando una bottega nel centro di Foggia. L’obiettivo iniziale, ci spiega Francesca, era quello di promuovere laboratori che mettessero al centro la figura del decoratore, insegnando a grandi e piccini tecniche che stanno via via scomparendo. Poi, tante collaborazioni con artisti locali e altri Vincitori PIN come Casereshow che ha aumentato progetti, prospettive e obiettivi da raggiungere nel prossimo futuro!

Volete scoprirli tutti? Guardate questo simpatico video!

Il viaggio dello Staff di PIN riprenderà con l’anno nuovo, ma voi non smettete di seguire gli sviluppi delle giovani realtà PIN attraverso la sezione Vincitori e follow us on Instagram per ripercorrere tutte le tappe tra post, stories e, perché no, le vostre richieste per le prossime puntate!

***

In visita da… Casereshow, social eating e performance artistiche in casa

04 ottobre 2019 ore 14:40

Nuova puntata per la rubrica “In visita da…”: il viaggio dello Staff di PIN tra le tantissime realtà attivate attraverso il bando a sportello della Regione Puglia non si ferma mai!

Ricapitoliamo velocemente le tantissime realtà fin ora esplorate: le ceramiche innovative di Mesolab, la mobilità sostenibile di Sagelio, la vocazione di Ciurma libreria indipendente per bambini, il Centro Multiculturale Crocevia, i manufatti editoriali di ZicZic, le proposte di turismo esperienziale di Puglia Taste & Culture, il laboratorio di pasta fresca e artigianale Eden Store, le mappe tattili realizzate da MapAbile e, il Coworking space Co-Labory e il connubio mare, psicologia e fotografia di ColMare, l’ecofriendly wear firmato Bloodylicious e, subito dopo l’estate, le fragranze identificative del Gargano del brand AquaPulia,il visual storytelling esperienziale di ImaginApulia, il turismo delle radici di  Raiz Italiana, il Building Management di INGegno-Lab, il laboratorio culturale partecipato OCC – Officine Culturali quartiere Carrassi e l’officina sociale per il recupero e il restauro di barche a vela in legno Maremosso, lo spazio dedicato alla fotografia e all’illustrazione Lo.ft, la protesi di mano in stampa 3D Adam’s Hand ,il laboratorio di serigrafia naturale Ammostro,il festival teatrale a basso impatto ambientale in luoghi segreti Ultimi Fuochi Festival, il centro multietnico Casa Mandela, la piattaforma che mette in contatto spazi e idee Pop Uppens,lo spazio di coworking per giovani professionisti e realtà innovative dal nome Sophia, la cucina partecipata, food storytelling con narrazione del territorio  Cozinha Nomade, il bistrò con portierato di quartiere Caffè Portineria , l’accademia delle arti di strada per l’inclusione sociale ADAS, lo studio di hand poke tattoo Freak Ink,lo specchio intelligente che rileva parametri vitali MiracleApulia Center for Art & Technology spaziando tra arte e tecnologia, SHISKI, il concept space di design che valorizza il territorio attraverso i talenti, Baby Likes Travel, il servizio di noleggio di attrezzature per bambini “a cui piace viaggiare”, Fleet Save, la “ciurma di sognatori” che racconta le città e la cultura del territorio attraverso il gioco e iLon, il kit tecnologico per borse e accessori collegato ad una piattaforma basata sulla tecnologia Data Analytics.

Per il filmato di oggi, torniamo dopo tanto tempo a Foggia dove abbiamo conosciuto Casereshowpiattaforma web di matching fra artisti e proprietari di casa per eventi “tra le mura domestiche”.

Nata in famiglia e con gli amici, l’idea unisce cucina e performance live per creare eventi “ad arte” anche per occasioni spesso personali. Vedendo che la pratica funzionava, Sarah e Valeria hanno quindi provato a trasformare questa passione in un lavoro… e ci sono riuscite! Così, nello specifico, il progetto consiste in una piattaforma web di matching tra artisti e non solo proprietari di casa che vogliano creare eventi non convenzionali anche tra le mura di casa propria.

Tante le occasioni di networking, partecipazioni ad eventi e opportunità di partnership concrete come la collaborazione con Bottega d’Arte Ro.Ma., Vincitore PIN dello stesso territorio.

E per il futuro? Sono tanti i progetti in cantiere per questa giovane realtà, dal social eating all’organizzazione di eventi in dimore storiche nella provincia di Foggia e, perché no, anche fuori dai confini regionali. Nel video tutti i dettagli!

Il viaggio dello Staff alla scoperta della Comunità PIN continua: seguite @staffpingiovani su Instagram per scoprire le prossime tappe, spiare nel backstage e spoilerare i protagonisti!

 

***

In visita da… iLon, il kit tecnologico per borse e accessori

20 settembre 2019 ore 12:10

Puntata numero 32 per la rubrica “In visita da…”: il viaggio dello Staff di PIN tra le tantissime realtà attivate attraverso il bando a sportello della Regione Puglia non si ferma mai!

Come sempre, ripercorriamo le nostre tappe: le ceramiche innovative di Mesolab, la mobilità sostenibile di Sagelio, la vocazione di Ciurma libreria indipendente per bambini, il Centro Multiculturale Crocevia, i manufatti editoriali di ZicZic, le proposte di turismo esperienziale di Puglia Taste & Culture, il laboratorio di pasta fresca e artigianale Eden Store, le mappe tattili realizzate da MapAbile e, il Coworking space Co-Labory e il connubio mare, psicologia e fotografia di ColMare, l’ecofriendly wear firmato Bloodylicious e, subito dopo l’estate, le fragranze identificative del Gargano del brand AquaPulia,il visual storytelling esperienziale di ImaginApulia, il turismo delle radici di  Raiz Italiana, il Building Management di INGegno-Lab, il laboratorio culturale partecipato OCC – Officine Culturali quartiere Carrassi e l’officina sociale per il recupero e il restauro di barche a vela in legno Maremosso, lo spazio dedicato alla fotografia e all’illustrazione Lo.ft, la protesi di mano in stampa 3D Adam’s Hand ,il laboratorio di serigrafia naturale Ammostro,il festival teatrale a basso impatto ambientale in luoghi segreti Ultimi Fuochi Festival, il centro multietnico Casa Mandela, la piattaforma che mette in contatto spazi e idee Pop Uppens,lo spazio di coworking per giovani professionisti e realtà innovative dal nome Sophia, la cucina partecipata, food storytelling con narrazione del territorio  Cozinha Nomade, il bistrò con portierato di quartiere Caffè Portineria , l’accademia delle arti di strada per l’inclusione sociale ADAS, lo studio di hand poke tattoo Freak Ink,lo specchio intelligente che rileva parametri vitali MiracleApulia Center for Art & Technology spaziando tra arte e tecnologia, SHISKI, il concept space di design che valorizza il territorio attraverso i talenti ospitati fino a fermarci, temporaneamente, nel Salento con Baby Likes Travelil servizio di noleggio di attrezzature per bambini “a cui piace viaggiare” per poi riprendere dal Museo Civico di Bari con Fleet Save, la “ciurma di sognatori” che racconta le città e la cultura del territorio attraverso il gioco.

Oggi torniamo a Lecce per presentarvi iLon, il kit tecnologico per borse e accessori collegato ad una piattaforma basata sulla tecnologia Data Analytics.

Il kit, ci racconta Vanessa insieme ai suoi nuovi compagni di viaggio Cosimo, Omar e Samuel, è composto da una luce led, un carica batterie wireless, un GPS GSRM per localizzare il dispositivo e un “bottone” che, se attivato, può inviare SOS ad una lista di contatti predefinita con geolocalizzazione in tempo reale. Pezzo forte del dispositivo, destinato al B2B principalmente con brand di moda, è la piattaforma ad esso collegata che si basa, come accennato, sulla tecnologia di Data Analytics.

Non scendiamo troppo nei dettagli e lasciamo la parola agli inventori per spiegarci meglio il funzionamento e le peculiarità di iLon. Unica anticipazione per il futuro: i contatti con grossi brand di moda ci sono già… non vediamo l’ora anche noi di vedere questo prodotto sul mercato!

Il viaggio dello Staff alla scoperta della Comunità PIN continua: seguite @staffpingiovani su Instagram per scoprire le prossime tappe, spiare nel backstage e spoilerare i protagonisti!

 

***

In visita da… Fleet Save: come raccontare i territori e la loro cultura attraverso il gioco

06 settembre 2019 ore 14:13

Riprende la rubrica “In visita da…”: il viaggio dello Staff di PIN tra le tantissime realtà attivate attraverso il bando a sportello della Regione Puglia non si ferma mai!

Dopo la pausa estiva ecco un breve riepilogo delle realtà che abbiamo esplorato in poco più di una anno, : le ceramiche innovative di Mesolab, la mobilità sostenibile di Sagelio, la vocazione di Ciurma libreria indipendente per bambini, il Centro Multiculturale Crocevia, i manufatti editoriali di ZicZic, le proposte di turismo esperienziale di Puglia Taste & Culture, il laboratorio di pasta fresca e artigianale Eden Store, le mappe tattili realizzate da MapAbile e, il Coworking space Co-Labory e il connubio mare, psicologia e fotografia di ColMare, l’ecofriendly wear firmato Bloodylicious e, subito dopo l’estate, le fragranze identificative del Gargano del brand AquaPulia,il visual storytelling esperienziale di ImaginApulia, il turismo delle radici di  Raiz Italiana, il Building Management di INGegno-Lab, il laboratorio culturale partecipato OCC – Officine Culturali quartiere Carrassi e l’officina sociale per il recupero e il restauro di barche a vela in legno Maremosso, lo spazio dedicato alla fotografia e all’illustrazione Lo.ft, la protesi di mano in stampa 3D Adam’s Hand ,il laboratorio di serigrafia naturale Ammostro,il festival teatrale a basso impatto ambientale in luoghi segreti Ultimi Fuochi Festival, il centro multietnico Casa Mandela, la piattaforma che mette in contatto spazi e idee Pop Uppens,lo spazio di coworking per giovani professionisti e realtà innovative dal nome Sophia, la cucina partecipata, food storytelling con narrazione del territorio  Cozinha Nomade, il bistrò con portierato di quartiere Caffè Portineria , l’accademia delle arti di strada per l’inclusione sociale ADAS, lo studio di hand poke tattoo Freak Ink,lo specchio intelligente che rileva parametri vitali MiracleApulia Center for Art & Technology spaziando tra arte e tecnologia, SHISKI, il concept space di design che valorizza il territorio attraverso i talenti ospitati fino a fermarci, temporaneamente, nel Salento con Baby Likes Travelil servizio di noleggio di attrezzature per bambini “a cui piace viaggiare”.

Ed ecco una ripresa soft e divertente per questo viaggio infinito tra le giovani realtà pugliesi: oggi infatti vi portiamo al Museo Civico di Bari a scoprire “Il Collezionista”: un prodotto made in Fleet Save, la “ciurma di sognatori” che racconta le città e la cultura del territorio attraverso il gioco.

Avete mai pensato di giocare all’interno di un museo in città? Aldo, Andrea, Anna, Giacomo e Arturo hanno trasformato questo sogno in realtà partendo dal racconto della città di Bari e della sua cultura attraverso il gioco e le storie. Così la “ciurma di sognatori”, come amano definirsi, ha l’obiettivo di costruire delle storie per gli attrattori culturali del territorio, queste storie vengono raccolte in una piattaforma web che, a sua volta, comprenderà una community di turisti-giocatori che si sono cimentati con le esperienze targate Fleet Save nei musei e siti culturali dei luoghi visitati. Classifiche, premi, nuove opportunità… è tutto spiegato (meglio) dai protagonisti!

E per il futuro? Far parte di un grande network di musei e contenitori culturali internazionale è il primo grande progetto. I dettagli e soprattutto i contatti per monitorare la loro crescita nel mondo del gaming sono tutti nel filmato.

Il viaggio dello Staff alla scoperta della Comunità PINda oggi non si ferma più: seguite @staffpingiovani su Instagram per scoprire le prossime tappe, spiare nel backstage e spoilerare i protagonisti!

***

Argomenti