COVID-19: PIN non si ferma. Scopri come la Comunità e lo staff stanno reagendo all'emergenza.

Blog

Stai visualizzando: tutti i post sull'argomento "Pin Bike"

Fase 2: incentivi in bici con Pin Bike

14 maggio 2020 ore 12:35

Siamo arrivati alla fase della ripartenza e a livello globale si parla sempre di più di mobilità sostenibile.

Così ci sono progetti che il periodo di lockdown lo hanno sfruttato per prepararsi a ciò che sarebbe stato “dopo”: è il caso di Pin Bike l’azienda barese che ha come obiettivo principale quello di incentivare la mobilità urbana sostenibile in bicicletta attraverso un sistema certificato che “ti premia”.

Ed ecco che, notizia fresca fresca, Davide e Nico hanno progettato e lanciato un sistema che incentiva anche il commercio di prossimità attraverso un buono economico da spendere esclusivamente nelle attività commerciali della città. Requisito fondamentale: utilizzare la bicicletta e applicare il loro dispositivo.

Condividiamo quindi il video promozionale della nuova iniziativa della giovane impresa e i dettagli di questa ripartenza su due ruote!

Pin Bike è il sistema antifrode, brevettato e certificante che permette a un Comune (o a un’impresa o a un Istituto scolastico) di poter rilasciare incentivi chilometrici (nel bike to work e nelle tratte generiche effettuate all’interno del perimetro urbano) agli utenti cittadini che utilizzano la bicicletta per gli spostamenti urbani.
Il sistema incentiva anche il commercio  tradizionale e di prossimità dato che, opzionalmente, il buono economico elargito al cittadino può essere speso esclusivamente nelle attività commerciali della città.
Abbiamo voluto raccontare questa funzionalità con un video.
La tecnologia è antifrode grazie al dispositivo hardware Pin Bike che viene montato sulla bici di ogni partecipante.
Con la nuova versione del sistema è stato integrato anche il tracciamento dei monopattini elettrici.
Il sistema può essere integrato anche con gli incentivi all’acquisto bici.
 Si è visto infatti che non sempre l’acquisto di una nuova bici coincide con il suo utilizzo.
 Con un sistema di monitoraggio chilometrico è possibile invece rilasciare gli incentivi all’acquisto della nuova bici solo a chi veramente utilizza il nuovo mezzo.
Un esempio è quello del Comune di Bari.
 L’anno scorso il Comune ha incentivato l’acquisto di 3000 nuove biciclette.
Parallelamente il Comune di Bari, rimborsando 20 centesimi a km nelle tratte casa/scuola e casa lavoro e 4 centesimi nelle tratte generiche urbane, ha raggiunto una media di 4 km urbani al giorno per persona.
 E’ un risultato importante, considerando l’utilizzo medio della bici nella città, prima di queste misure.
L’utilizzo della bicicletta è prima di tutto una questione culturale e di abitudine, tali sistemi si sono rivelati vincenti in quanto vanno a incidere direttamente sulla routine di spostamento quotidiana di ogni cittadino.
In piena ottica smart city il sistema diventa quantificabile e strumentale per una perfetta pianificazione del traffico urbano (è possibile quindi valutare quali direttive urbane sono più utilizzate dalle biciclette). Il comune inoltre può inviare in app notifiche e questionari e quindi può organizzare delle biciclettate di gruppo cittadine con un semplice click senza allocare ulteriori risorse, premiando con punti extra i cittadini che si presentano in una data ora in quella data piazza.
***

PIN @ PNI: un bel risultato per le giovani realtà innovative pugliesi!

03 dicembre 2018 ore 11:38

La Comunità PIN torna a casa dalla XVI edizione del Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI) con un premio speciale: è infatti la protesi di mano Adam’s Hand con il team BionIT Labs ad aggiudicarsi il Premio Speciale G-Factor, ovvero la possibilità di accedere tra i primi 10 progetti settore life sciences innovation che avranno la possibilità di essere parte integrante del nuovo incubatore-acceleratore promosso dalla Fondazione Golinelli di Bologna.

È entusiasmante per tutta la comunità PIN e per tutti i pugliesi che questo risultato sia stato conseguito nel settore dell’ingenerai biomedica che sta conoscendo l’evoluzione più impetuosa e gli impatti sociali più positivi sulla medicina e sulla salute”, commenta con entusiasmo Raffaele Piemontese,assessore regionale alle Politiche giovanili, facendo un bilancio di un percorso culminato con la partecipazione al PNI svoltosi a Verona il 29 e 30 novembre scorsi, dove si sono concentrate almeno quattro start up per ognuna delle 15 regioni in gara.

Come vi abbiamo raccontato, il percorso è iniziato mesi fa con la “PIN edition” di Start Cup Puglia, la storica gara di piani d’impresa promossa da ARTI Puglia e Politiche Giovanili della Regione Puglia, aperta per l’undicesima edizione esclusivamente alle realtà imprenditoriali ad alto contenuto tecnologico e innovativo vincitrici del bando a sportello PIN, ampliando di fatto anche le modalità e le azioni di accompagnamento mirate al follow up d’impresa.

Tre le giovani realtà vincitrici di Start Cup Puglia 2018 il 29 novembre scorso sono partite alla volta del PNI e hanno sfidato altre 56 startup innovative negli ambiti Industrial, Ict, Life Sciences e Cleantech&Energy: Adam’s Hand, la protesi di mano mioelettrica dotata di un rivoluzionario meccanismo che consente la presa adattativa, con un team leccese composto da Giovanni Zappatore, Dario Pianese e Duilio Madaro; Miracle, lo specchio intelligente per il monitoraggio di parametri vitali e la prevenzione di malattie cardiovascolari, con il team composto da Gianluca Zaza e Vincenzo Pasquadibisceglie prossimi alla firma, Pin Bike, il kit che trasforma qualsiasi bicicletta in una smart bike, con il team di Corato, in provincia di Bari, composto da Nico Capogna, Davide Di Bisceglie e Claudia Ostuni.

I tre team hanno così avuto la possibilità di esporre i loro prototipi nella prima giornata di PNI durante la fiera di Verona Job&Orienta, alternando l’esposizione con una sequenza serrata di 59 pitch di ogni startup finalista delle Start Cup regionali, e, nella giornata del 30 novembre presso la Camera di Commercio di Verona, hanno atteso il verdetto finale.

Grande riscontro per Adam’s Hand, presentata per la prima volta al pubblico e agli investitori nella sua versione beta. Ed è per l’alto potenziale, la velocità di creazione del team e di sviluppo del prodotto ad alto impatto tecnologico e sociale che il numeroso e giovane team di BionIT Labs è stato premiato dalla Fondazione Golinelli – ente di ricerca, formazione e divulgazione con sede a Bologna che attraverso le sue azioni e in un grande opificio promuove il connubio tra imprenditoria e vari ambiti di intervento – con il premio G-Factor, per il primo anno dedicato alla life sciences innovation. Il riconoscimento consiste nell’accesso ad incontri “one to one “con esponenti del mondo scientifico, industriale e venture capital per la fase finale della selezione per 10 team del settore life sciences che riceveranno complessivamente 1 milione di euro e parteciperanno al programma di accelerazione della Fondazione.

Ecco la motivazione ufficiale comunicata personalmente ai vincitori dall’ente promotore: “Nonostante il mercato sia molto complesso ed il progetto sia notevolmente sfidante, si premia la capacità del giovane team di realizzare una protesi ingegneristicamente avanzata che consente la semplificazione del controllo dei movimenti ed un vantaggio su peso, dimensioni e costo della protesi.”

Si torna quindi a casa con un bel risultato, carichi di insegnamenti, esperienze e l’auspicio di arrivare per Adam’s Hand tra i primi 10 di questo importante bando.

In bocca al lupo al team, ad majora e alla prossima competition!

 

***

Start Cup Puglia 2018: si parte per il PNI!

27 novembre 2018 ore 14:46

Ci siamo quasi: i tre vincitori della PIN edition della business plan competition pugliese volano a Verona per la finalissima del Premio Nazionale dell’Innovazione!

Infatti, il 29 e il 30 novembre a competere con altre realtà innovative italiane tra Job Orienta e Università degli Studi di Verona saranno Adam’s Hand, Miracle e Pin Bike, primi tre classificati della Start Cup Puglia 2018 svoltasi al Bilabì di Bari nel pomeriggio del 23 ottobre scorso.

Prima di seguire insieme a noi sul profilo Instagram dello Staff di PIN la due giorni del PNI attraverso i volti dei protagonisti, pubblichiamo di seguito un video riassuntivo del percorso che ha portato le tre realtà attivate attraverso il bando a sportello della Regione Puglia a questo importante traguardo.

Stay tuned per scoprire i risultati di questa nuova avventura targata PIN!

***

Due PIN al Wired Digital Day di Bari!

04 dicembre 2017 ore 11:12

Il Wired Digital Day, la manifestazione organizzata da Wired Italia per celebrare la tecnologia e l’innovazione nell’ambito imprenditoriale e industriale, si terrà per la prima volta a Bari!

In collaborazione con Regione Puglia, Puglia Sviluppo, ARTI e InnovaPuglia, martedì 5 dicembre presso il Centro Congressi della Fiera del Levante si svolgerà un programma serrato di interventi, dibattiti con le istituzioni ed exhibit degli stessi protagonisti dell’innovazione. Il tutto con lo scopo di sensibilizzare il tessuto industriale e l’opinione pubblica e illustrare come appunto l’innovazione e la tecnologia possano incrementare lo sviluppo economico, culturale e sociale italiano e, nello specifico, della Puglia in tutti i suoi ambiti.

A partire dalle 9.30, quindi, si avrà la possibilità di conoscere alcune tra le migliori startup innovative pugliesi attraverso speech, interviste ed esposizioni dei loro prodotti. A questo proposito, tra le 14 nuove imprese innovative impegnate nei pitch di presentazione della sessione pomeridiana e tra le 9 startup che esporranno progetti e prototipi nell’Agorà dell’Innovazione permanente nel Centro Congressi, sono stati selezionati anche due progetti vincitori PIN: rispettivamente Tactile Robots e Pin Bike . Una gran bella opportunità per la Comunità PIN per farsi conoscere sempre di più sia in presenza sia in diretta Facebook sulla pagina ufficiale di Wired Italia.

Scopri il programma dettagliato, gli ospiti e le modalità di partecipazione cliccando qui!

***