COVID-19: PIN non si ferma. Scopri come la Comunità e lo staff stanno reagendo all'emergenza.

Blog

Stai visualizzando: tutti i post sull'argomento "Raiz Italiana"

Turismo delle Radici e scenari post Covid19: al lavoro con Raiz Italiana

14 aprile 2020 ore 10:55

In tutto questo fermento di iniziative digitali, l’unico ambito che sembra obbligato ad essere fermo, immobile, bloccato è proprio il turismo. Purtroppo, è innegabile che, banalmente per motivi logistici, con gli spostamenti vietati e il propagarsi del virus in tempi e modalità differenti in tutto il mondo, il turismo sembra essere l’unica cosa da mettere in stand-by. Ma no, non del tutto.

Infatti c’è chi è già al lavoro per studiare nuove strategie per la ripartenza, in dinamiche che possano comunque valorizzare i territori in questo preciso momento e che possano ritornare in auge la Puglia.

É il caso di Raiz ItalianaComunità per discendenti italiani residenti all’estero con base a Guagnano in provincia di Lecce, che sfrutta il lockdown per non farsi trovare impreparati quando tutto questo finirà. Al lavoro con Donato De Santis, chef e imprenditore pugliese in Argentina, associazioni e istituzioni per immaginare i nuovi scenari futuri, ci raccontano tutto sul loro sito internet.

***

Raiz Italiana e la Guida ai viaggi delle radici: la parola ai protagonisti!

28 giugno 2019 ore 10:00

L’impegno di Raiz Italiana per la promozione del settore turistico “delle radici” con le sue svariate iniziative presenti, passate e future: ecco qui il racconto di Attilio, Mariana e Marina per presentare il prossimo ambizioso progetto da realizzare.

Presentato in Farnesina nell’ambito di un tavolo tecnico sul turismo delle radici, la Guida ai viaggi delle radici ha l’obiettivo di aiutare i discendenti italiani a ricostruire le proprie radici, tra memoria familiare e territorio. Grazie anche alla collaborazione con un’altra giovane realtà PIN, ImaginApulia, l’associazione non è nuova ad eventi importanti come questo: leggiamo insieme il racconto e le ambizioni di Raiz Italiana in questo breve estratto!

Nei giorni scorsi, l’associazione di Oria, Raiz Italiana, è stata protagonista alla Farnesina, nell’ambito di un tavolo tecnico sul turismo delle radici, per annunciare la prossima realizzazione di una “Guida ai viaggi delle radici”. La pubblicazione, che l’associazione sta curando con il sostegno della Direzione generale per gli Italiani all’estero, del MAECI, la partecipazione di ENIT e delle regioni Puglia, Basilicata, Abruzzo ed Emilia Romagna, sarà realizzata in quattro lingue (italiano, inglese spagnolo e portoghese) e permetterà a tutti i discendenti italiani sparsi per il mondo di ricostruire la loro memoria familiare e scoprire i luoghi da cui sono partiti i loro antenati.

La Direzione generale per gli Italiani all’estero del Maeci si è impegnata da tempo a promuovere questo particolare e significativo settore: il turismo delle radici. Un’iniziativa presentata esattamente un anno fa, che potrebbe interessare un bacino potenziale stimato tra i 60 e gli 80 milioni tra Italiani all’estero e i discendenti di italiani nel mondo, con particolare attenzione rivolta ai più giovani, per la riscoperta dei luoghi di origine e la valorizzazione di itinerari turistici meno conosciuti. Si tratta di un segmento dell’offerta turistica dell’Italia con un grande potenziale di crescita e specialmente per quanto concerne la valorizzazione dei piccoli borghi d’Italia con positive ricadute nello sviluppo economico e delle attività produttive locali.

Raiz Italiana è un progetto vincitore del bando regionale PIN (Pugliesi Innovati), è stato ideato da Marina Gabrieli, Attilio Ardito e Mariana Bobadilla e punta a offrire assistenza a tutti coloro che sono intenzionati a scoprire le proprie origini e a creare o rinsaldare il legame con l’Italia, offrendo supporto per la ricerca di documenti, per la riscoperta dei percorsi intrapresi dalle loro famiglie e per organizzare viaggi alla ricerca delle proprie radici familiari.

Già lo scorso anno, l’associazione oritana aveva  presentato presso il Ministero degli Esteri un video (di seguito) che racconta l’esperienza di una discendente italiana alla scoperta delle proprie origini. Il video, girato interamente in Puglia, è stato realizzato dall’agenzia di comunicazione Imaginapulia – altro progetto vincitore del bando PIN – e finanziato dal MAECI, Direzione Generale per gli Italiani all’Estero, con il patrocinio della Regione Puglia.

Approfittiamo per ricordare a tutti i Vincitori PIN di prendere spunto da questo e dagli altri racconti precedentemente pubblicati su questo blog: condividete con noi le vostre esperienze straordinarie, i traguardi e il vostro follow up inviandoci racconti “di pancia” corredati da fotogallery!

***

In visita da…. Raiz Italiana e il turismo delle radici

25 ottobre 2018 ore 15:08

Quattordicesima tappa del viaggio dello Staff di PIN alla scoperta delle realtà attivate attraverso il bando a sportello della Regione Puglia!

Nelle precedenti puntate vi abbiamo raccontato le ceramiche innovative di Mesolab, la mobilità sostenibile di Sagelio, la vocazione di Ciurma libreria indipendente per bambini, il Centro Multiculturale Crocevia, i manufatti editoriali di ZicZic, le proposte di turismo esperienziale di Puglia Taste & Culture, il laboratorio di pasta fresca e artigianale Eden Store, le mappe tattili realizzate da MapAbile e, il Coworking space Co-Labory  e il connubio mare, psicologia e fotografia di ColMare, l’ecofriendly wear firmato Bloodylicious e, subito dopo l’estate, le fragranze identificative del Gargano del brand AquaPulia e il visual storytelling esperienziale di ImaginApulia, giovane realtà che ha anche dato una grande anticipazione dei protagonisti di oggi!

Continuiamo quindi a parlarvi di turismo, nello specifico, delle radici: a spiegarci cos’è sono i Attilio, Mariana e Marina di Raiz Italiana, l’associazione di promozione sociale che ha come mission la creazione di una comunità per discendenti italiani residenti all’estero. Tutto parte da un incontro in Argentina, paese di origine di Mariana, per poi tornare in Puglia, precisamente a Oria in provincia di Brindisi, dove oggi si trova la sede del progetto.

Ci rivolgiamo agli italiani italiani all’estero e ai discendenti italiani – ci spiega Attilioe noi li aiutiamo a scoprire la proprie origini familiari e la propria cultura di origine“.  Le attività per concretizzare questa grande ambizione sono tante: dai viaggi delle origini alle collaborazioni con altri enti. Il tutto presentato alla Farnesina, come ci anticipava ImaginApulia nella precedente tappa di In visita da, con un video promozionale nato e realizzato proprio grazie alla collaborazione tra i due progetti della Comunità PIN!

Quali saranno i progetti per il follow up di questa giovane realtà? Sentiamolo dalla voce dei protagonisti e vediamolo concretamente grazie alla testimonianza breve testimonianza di Jessica, in Italia proprio grazie a Raiz Italiana!

La rubrica che racconta, attraverso il volto e la voce dei suoi protagonisti, tutto quello che è stato possibile realizzare nel primo anno da Vincitori continua: scoprirete le prossime tappe, altre anticipazioni e l’entusiasmo delle giovani realtà sul profilo Instagram dello Staff di PIN!

***

Raiz Italiana alla Farnesina: il racconto dell’esperienza e la sinergia con ImaginApulia

18 giugno 2018 ore 10:24

Si continua a parlare di grandi successi ed emozionanti collaborazioni!

Come vi avevamo anticipato nel racconto dei ragazzi di ImaginApulia, anche Marina, Mariana e Attilio di Raiz Italiana hanno voluto raccontare la loro partecipazione all’evento nazionale sul turismo delle radici “Il turismo di ritorno: i viaggi delle radici tra identità culturale e promozione dei territori”, svoltosi il mese scorso alla Farnesina e organizzato dalla Direzione Generale per gli Italiani all’Estero del Ministero degli Affari Esteri. Un impegno sempre più concreto, quello di Raiz Italiana per creare un’offerta turistica rivolta ai connazionali d’oltreoceano, che si manifesta anche nel coinvolgimento della realtà attivata grazie al bando a sportello della Regione Puglia in iniziative di respiro nazionale e internazionale come questa!

Una bella soddisfazione condivisa anche con Daria e Roberto di ImanginApulia, il video promozionale realizzato grazie al networking tra i due progetti PIN e la rappresentanza di Pugliapromozione.

Lo scorso martedì 29 Maggio 2018 con “Raiz Italiana” abbiamo avuto la possibilità di partecipare attivamente al primo importante evento nazionale sul turismo delle radici dal titolo “Il turismo di ritorno: i viaggi delle radici tra identità culturale e promozione dei territori”, tenutosi alla Farnesina e organizzato dalla Direzione Generale per gli Italiani all’Estero del Ministero degli Affari Esteri.

Un lungo lavoro organizzativo ci ha visti partecipi nella realizzazione di alcuni contenuti che sono confluiti in un documento strategico nazionale sul tema, di cui siamo autori in collaborazione con il MAECI e l’Associazione Asmef.

Il nostro contributo alla giornata è stato, inoltre, la presentazione di un video che racconta il viaggio di una discendente pugliese alla scoperta delle proprie origini familiari. Un lavoro di cui siamo particolarmente orgogliosi perché bello e perché realizzato con i colleghi PIN di ImaginApulia con cui abbiamo creato una splendida sinergia, come anche loro vi hanno raccontato.

Abbiamo avuto la possibilità di aprire il tavolo tecnico – a cui hanno partecipato rappresentanti istituzionali, studiosi ed esperti di settore – con il commento del documento da noi redatto e di assistere agli interventi che si sono susseguiti per arricchire un piano strategico nazionale sul turismo delle radici. A rappresentare la Regione Puglia, oltre a noi e ai ragazzi di ImaginaApulia, anche il responsabile dei mercati extra UE di Pugliapromozione, Francesco Muciaccia, che ha avuto modo di esporre alcuni progetti, messi in atto dalla Regione, per favorire la promozione del territorio pugliese attraverso i nostri corregionali residenti all’estero.

Il nostro impegno continua al fianco del MAECI, per incrementare la creazione di un’offerta turistica nazionale rivolta ai nostri connazionali d’oltreoceano, perché quello che facciamo ci piace molto e ogni persona che si affida a Raiz Italiana, nell’esperienza di scoperta della sua storia familiare, ci dona un pezzo di sé e ci rende orgogliosi delle scelte fatte e del percorso intrapreso.

La strada è ancora lunga, ma noi siamo pronti per il viaggio transatlantico: andata e ritorno!

***